Cronaca

Medicina, disponibile nuova tecnica per la cura dell'esofago

Disponibile presso l'Aoup di Pisa una nuova tecnica mini-invasiva per la cura dell'esofago di Barrett, una patologiache rappresenta il fattore di rischio più importante per lo sviluppo del tumore esofageo

Presso l'azienda ospedaliera pisana è disponibile una nuova tecnica mini-invasiva per la cura dell'esofago di Barrett: una patologia caratterizzata dalla sostituzione del normale epitelio esofageo, che rappresenta il fattore di rischio più importante per lo sviluppo del tumore esofageo. La procedura, definita ablazione con radiofrequenza, consente di eliminare le cellule precancerose 'bruciandole' per via endoscopica.

"La nuova terapia è in grado di eliminare completamente l’epitelio di Barrett e la displasia in una percentuale elevatissima dei pazienti trattati, circa il 90% in assenza di importanti complicanze - spiega Biagio Solito, il chirurgo che esegue la tecnica - L'intervento può essere effettuato in anestesia generale o in sedazione profonda ed è sufficiente un ricovero di solo due giorni". La procedura, sviluppata in California e ampiamente utilizzata negli Stati Uniti, è disponibile solo in pochi centri in Italia, tra cui Pisa e Roma".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medicina, disponibile nuova tecnica per la cura dell'esofago

PisaToday è in caricamento