Cronaca Centro Storico / Via San Martino

Sicurezza, nuova videosorveglianza in San Martino: "In città 126 telecamere"

L'assessore Andrea Serfogli fa il punto sui lavori, sia in corso che in programma. Per San Martino previsto intervento di riqualificazione con 13 telecamere da 900mila euro

Da 87 telecamere attuali a 101 fra un paio di settimane, fino a 126 finiti gli ultimi lavori fra alcuni mesi. Con la prospettiva di aumentare ancora, coprendo anche il litorale. Sono questi i numeri della videosorveglianza di Pisa, descritti dall'assessore Andrea Serfogli stamani, 20 aprile, a Palazzo Gambacorti. Il punto della situazione presente e futura è stato fatto a seguito dell'annuncio del nuovo intervento in partenza in zona San Martino, con la gara già affidata che vedrà l'installazione di 13 telecamere.

Nuova videosorveglianza in San Martino

Il bando a base d'asta per i lavori era di 1,2 milioni, aggiudicato all'associazione temporanea di impresa fra Engineering costruzioni e Zambelli srl per 900mila euro. "L'intervento è finanziato con risorse del Comune - ha spiegato l'assessore - e consiste, oltre che nell'installazione di 13 telecamere, nella ripavimentazione con sistemazione della fognatura e nuova illuminazione pubblica. Sono interessati oltre via San Martino: vicolo Borghese; vicolo Rosselmini; vicolo Scaramucci e via San Bernardo. Poi via Giordano Bruno; via Sancasciani; via Pietro Gori; via Ceci; più via del Carmine e via Turati per il ribasso d'asta. Le opere sono state concordate con il comitato dei cittadini di Pisa Sud".

Lavori in corso: da 87 a 101 telecamere

Serfogli fa il punto sui lavori previsti dall'amministrazione: "Dalle 8 telecamere nel 2008, oggi sono 87 le videocamere installate dal Comune ed entro tre settimane saliamo a 101. In particolare negli ultimi tre anni sono state installate 15 telecamere intorno alle Mura e altre 10 in zona stazione, grazie al finanziamento regionale. Sette già sono attive ad alta risoluzione, rimpiazzano le precedenti, e altre 3 saranno installate e attivate nelle prossime settimane. A queste si devono aggiungere ulteriori 11 telecamere che nelle prossime due settimane saranno installate nella zona di piazza dei Miracoli e via Santa Maria: già fatti i lavori di predisposizione, l'intervento è alle battute finali".

Lavori in partenza: costi e prospettive

In partenza, oltre ai lavori in via San Martino, ci sono altre installazioni. A Porta a Mare, 8 telecamere e il punto stella, e a Putignano (4 telecamere e il punto stella).

"A Porta a Mare - ha illustrato Serfogli - con un finanziamento di 50mila euro sono previste 2 telecamere agli accessi del sottopasso ciclopedonale di via Aurelia-Ponte a Piglieri e 4 all'interno, più una fra via Livornese e Largo Viviani ed una alla rotatoria. A Putignano, con 120mila euro, si copriranno i punti di via Immaginetta-via Putignano, Piazza 25 Aprile, e due in via Ximenes. Sottolineo che i costi non sono solo per le telecamere, ma per tutti i lavori connessi, come scavi e riasfaltature".

Se quindi il conto totale fa 126 telecamere a Pisa, la prospettiva è quella di ampliare la copertura sia in città che sul litorale. "L'anno scorso - ha detto Serfogli - è stata aggiornata tutta la piattaforma software e server, siamo così passati da poter gestire 100 telecamere a 500. Inoltre grazie ad un accordo con Open Fiber, l'operatore che sta cablando Pisa con la nuova fibra ottica, potremo estendere la rete agli altri quartieri con minori costi, come anche ad esempio Marina di Pisa".

Sarà importante quindi per l'assessore "anche implementare il modello di gestione, probabilmente con un global service per la videosorveglianza. Le telecamere infatti vanno poi pulite, perché questo influisce molto sulla qualità dell'immagine raccolta. Abbiamo già quasi la metà ad alta risoluzione, oltre al livello di efficienza serve poi sostituire le vecchie ed avere un sistema che sfrutti questo potenziale. Penso a personale che controlli le immagini, metodi di segnalazione dei cittadini in tempo reale e pattuglie sul territorio. Sono tutte componenti che potremo sviluppare, per contrastare sia la microcriminalità che comportamenti sbagliati, che siano danneggiamenti alla cosa pubblica o l'abbandono di rifiuti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, nuova videosorveglianza in San Martino: "In città 126 telecamere"

PisaToday è in caricamento