menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tradizioni e turismo: presentati i nuovi costumi dei cortei storici

L'investimento per gli abiti da parata per Gioco del Ponte e Repubbliche marinare è stato di quasi 120mila euro

Sono stati presentati questa mattina, 11 dicembre, i nuovi costumi dei Cortei storici del Gioco del Ponte e delle Repubbliche marinare. Dal 2018 sono stati realizzati tre differenti lotti: il primo già presentato e utilizzato nel 2019; il secondo era pronto per il corteo dello scorso giugno, saltato a causa del Covid-19; infine, il terzo è in fase di ultimazione presso il Nicolao atelier di Venezia, e sarà nella disponibilità del Comune dal prossimo gennaio. Nel complesso si tratta di investimenti per 8.550 euro (I lotto), 31mila euro (II lotto) e 79.422 euro, per un totale di 118.972 euro.

"Lo dico chiaramente - afferma l’assessore alla tradizioni storiche Filippo Bedini - da decenni l’amministrazione non investiva in quest’ambito e di conseguenza lo stato di conservazione del parco costumi, addobbi, materiali e strumentazioni per le 'mostre' legate ai nostri eventi versava in condizioni disperate. Talmente disperate che negli ultimi anni i cortei di rievocazione storica uscivano mutili, e presumibilmente in un prossimo futuro sarebbe stato impossibile continuare a mettere in piedi questo tipo di momenti. La nostra amministrazione ha deciso di procedere alla loro sostituzione e di colmare le lacune in modo da presentarci all’appuntamento del 2021 con nuovo e rinnovato splendore, per dare testimonianza della effettiva valorizzazione di un patrimonio importantissimo. Naturalmente non siamo impegnati solo sui costumi perché a breve presenteremo anche i nuovi addobbi per i Lungarni e per il Ponte, in modo da completare questa operazione complessiva sul patrimonio delle tradizioni storiche".

In due anni, sono stati rinnovati 131 costumi che hanno sostituito quelli maggiormente logorati, nel rispetto delle tipologie dei tessuti, dei disegni, tenuto conto anche della loro vestibilità. In ogni caso è stato sempre assicurato il rispetto dei canoni del Seicento e del Medioevo. Tra i nuovi costumi del Gioco del Ponte sono stati completamente rinnovati quelli dei Capitani delle Magistrature, mentre delle Repubbliche marinare, tra gli altri, sono state realizzate due versioni dell’abito della Kinzika, una delle figure più importanti, uno per le uscite a cavallo e l’altro per quelle a piedi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento