Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Nuovi distintivi per la Polizia di Stato

La novità è entrata in vigore da venerdì e riguarda i 98mila poliziotti presenti a livello nazionale

Un momento della conferenza stampa

Nuovi distintivi per la Polizia di Stato. La novità è in vigore da oggi, 12 luglio, e riguarda tutti i 98mila poliziotti presenti a livello nazionale. I dettagli sono stati presentati questa mattina, a Pisa, con una conferenza stampa che si è svolta in questura: presenti il vicequestore Paolo Pizzimenti, il questore vicario Gianni Triolo e il commissario capo e dirigente della Polfer di Pisa, Giovanni D'allestro.

"Si tratta di una novità - hanno spiegato - che si può dire in continuità con la riforma del 1981 che di fatto ha smilitarizzato il corpo di polizia. Un percorso che, iniziato quell'anno, ha avuto come altro punto di svolta il riordino delle carriere avvenuto nel 2018. Fino ad ora i distintivi erano però rimasti mutuati dal mondo militare. Oggi una nuova tappa di questo percorso".

I nuovi distintivi sono stati disegnati dall’esperto di araldica professor Michele D’Andrea. "Ad accomunare passato e presente - continuano i poliziotti - l’immagine, rivisitata stilisticamente, dell’aquila, emblema dell’Istituzione, che quest’anno compie 100 anni dalla sua prima apparizione sulle divise del Corpo della Regia Guardia di Pubblica Sicurezza risalente al 1919. L’aquila continua ad esprime il legame identitario, il coraggio e la dedizione con cui quotidianamente ciascun poliziotto difende diritti e libertà".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Compaiono invece per la prima volta, a caratterizzare le diverse qualifiche diverse novità 'grafiche': il plinto araldico, costituito da una barretta orizzontale di colore rosso che rappresenta la struttura portante di un edificio, per gli agenti ed assistenti; il rombo dorato, con il suo profilo fusiforme che ricorda la punta di una lancia simbolo del dinamismo operativo temperato dall’esperienza, per i sovrintendenti; la formella, alto esempio di architettura gotico-rinascimentale, richiamo alla bellezza ed all’eleganza proprie del patrimonio di civiltà e cultura del nostro Paese, per i funzionari.

I distintivi uguali per tutti i ruoli differenziano le funzioni tecnico-scientifiche, tecniche e le attività professionali attraverso il diverso colore delle mostreggiature.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi distintivi per la Polizia di Stato

PisaToday è in caricamento