Crespina Lorenzana: pronti due nuovi fontanelli dell'acqua ad alta qualità

Doppia inaugurazione martedì 12 dicembre, a partire dalle 10.30. Salgono a 54 gli impianti attivi nel Basso Valdarno

Offrire opportunità di risparmio economico alle famiglie, concorrere alla riduzione di rifiuti, sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della risorsa idrica e avvicinare la popolazione al consumo domestico dell’acqua di rubinetto. Sono i principali obiettivi che l’amministrazione comunale di Crespina Lorenzana e Acque Spa, gestore idrico del Basso Valdarno, perseguono attraverso l’installazione dei due nuovi fontanelli di acqua ad alta qualità.

E' tutto pronto, infatti, per la 'prima' di questi impianti, che al pari di quelli presenti già in altri comuni della zona, erogheranno gratuitamente l’acqua della rete idrica, resa più gradevole dal punto di vista organolettico da un sistema di filtraggio e disinfezione che elimina il cloro senza modificarne le caratteristiche chimico-fisiche. Il doppio appuntamento è fissato per martedì 12 dicembre: alle ore 10.30 sarà inaugurato il fontanello a Lorenzana in via Ciangherotti, alle ore 11.30 sarà la volta di quello di Crespina in piazza delle Civette. Saranno presenti il sindaco Thomas D’Addona e il presidente di Acque Spa Giuseppe Sardu. Ospiti di eccezione saranno gli alunni delle scuola Primaria di Lorenzana e Cenaia dell’istituto comprensivo 'G. Mariti'.

Il progetto 'Acqua ad Alta Qualità', realizzato da Acque Spa in collaborazione con l’Autorità Idrica Toscana e con i comuni del territorio gestito, ha lo scopo di sensibilizzare i cittadini sul valore dell’acqua potabile, sulle opportunità offerte da pratiche di consumo improntate alla sostenibilità ambientale, ma anche sulla bontà e la sicurezza dell’acqua della rete idrica. L’acqua di rubinetto, al pari di quella del fontanello, è buona, sicura, controllata e a chilometro zero, poiché proviene dal territorio. In particolare, i fontanelli erogano gratuitamente acqua 'immediatamente buona da bere' grazie a un impianto che riduce i composti del cloro e che, in sostituzione, potabilizza l’acqua con raggi ultravioletti, assicurando al contempo bontà e sicurezza assoluta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con i due nuovi impianti di Crespina e Lorenzana salgono a 54 i fontanelli attivi nel Basso Valdarno. Ciascuno in media distribuisce gratuitamente 860mila litri di acqua ad alta qualità in un anno, per un contro-valore economico in acqua in bottiglia di circa 180mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si finge al telefono con un'amica, ma in realtà è la Polizia: finiti anni di violenze

  • Coronavirus in Toscana: 17 nuovi casi, 2 a Pisa

  • Ragazza investita a Marina di Pisa: arrestato il pirata della strada

  • Apre l'enoteca 'alla Guccini' sfidando la crisi Covid

  • Coronavirus in Toscana: sei nuovi casi, due a Pisa

  • In arrivo piogge e temporali in Toscana: emessa allerta meteo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento