Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Vicolo del Ruschi

Occupazioni: riaperta dalle femministe la Limonaia Zona Rosa

Tolti i sigilli dell'Autorità Giudiziaria dal portone, le attiviste sono rientrate nello stabile la mattina di venerdì

Non si ferma l'onda dei moti femministi a Pisa. Stamani, 9 giugno, la Limonaia di vicolo del Ruschi è di nuovo aperta dalle attiviste della 'Zona Rosa', sgomberate lo scorso 3 maggio. L'occupazione bis segue quella riproposta anche all'ex centro accoglienza di via Garibaldi, spazio ribattezzato Mala Servanen Jin riaperto lo scorso 1 giugno dopo lo sgombero, dove ci furono anche cariche della Polizia.

"Abbiamo già avviato la richiesta di trattative con Comune e Provincia per il dissequestro dell'immobile - spiegano dal presidio - dalla settimana prossima partiranno lo sportello legale e quello ginecologico, interrotti sul nascere dallo scorso sgombero. Per contattarci è disponibile la solita pagina Facebook".

I manifestanti, che saranno in corteo il prossimo 10 giugno per le vie della città, chiedono alle istituzioni un ragionamento globale sugli spazi pubblici cittadini: "Si deve ripensare l'uso degli stabili inutilizzati, cosi come per via Garibaldi della Mala Servanen Jin che per la sede della Casa della Donna in via Galli Tassi. Un discorso unico con i movimenti femministi uniti. Non ci fermeremo". Nel pomeriggio, alle ore 17.30, è convocata un'assemblea pubblica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupazioni: riaperta dalle femministe la Limonaia Zona Rosa

PisaToday è in caricamento