Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca Cisanello

Odore di cloro al Pronto soccorso, l'Aoup: "Non è emersa alcuna anomalia"

L'Azienda ospedaliera interviene dopo la denuncia del sindacato Nursing Up: un'infermiera aveva accusato un malore per il forte odore acre

Sull'odore di cloro proveniente, come denunciato dal sindacato Nursing Up, dall'impianto di aerazione del reparto di Radiodiagnostica del Pronto soccorso dell'ospedale Cisanello, che ha provocato una crisi respiratoria in un'infermiera, interviene l’Aoup che sottolinea come siano state "disposte subito tutte le verifiche per individuare l’origine dell’odore acre, simile al cloro, che si sarebbe sprigionato giovedì sera e venerdì mattina in un ambulatorio dedicato alle sedute di radiografia, ma non è emersa alcuna anomalia".
"Le condotte dell’impianto di aerazione, la cui sanificazione era stata effettuata la scorsa estate, insieme alla sostituzione dei filtri, sono risultate integre poiché le prove di tenuta hanno dato esito positivo (assenza di perdite) - affermano dall'Aoup - al momento l’ambulatorio è stato chiuso in via precauzionale in attesa di ulteriori verifiche, che verranno ripetute anche se, oggettivamente, non sono emersi finora elementi che facciano ipotizzare un guasto a carico dell’impianto di aerazione, che è unico per tutto il reparto di Radiodiagnostica mentre l’odore anomalo si avverte solamente in quella stanza, e solo in 2 prese d’aria su 5".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Odore di cloro al Pronto soccorso, l'Aoup: "Non è emersa alcuna anomalia"

PisaToday è in caricamento