Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

San Miniato, ragazzo ustionato davanti alla Misericordia: è morto

Dopo un'agonia durata sei giorni il giovane Omar Naji non è riuscito a vincere contro le numerose ustioni su oltre il 70% del corpo: i medici avevano dato poche speranze alla famiglia

Non ce l'ha fatta Omar Naji, il 21enne di San Miniato che lo scorso 14 settembre era stato inghiottito dalle fiamme davanti alla sede della Misericordia di San Miniato Basso. Aveva ustioni di terzo grado su oltre 70% del corpo. I medici avevano subito lasciato poche speranze alla famiglia del giovane, morto al centro grandi ustionati di Genova, dopo esservi stato trasportato con l'elisoccorso.


Resta ancora da capire la dinamica dell'incidente e  il perchè il ragazzo sia stato avvolto dalle fiamme. Sulla sua auto, parcheggiata davanti alla Misericordia, è stata trovata una bottiglietta con della benzina: è probabile che Omar abbia maneggiato il carburante prima di accendersi una sigaretta. Ma tutto questo ora conta ben poco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Miniato, ragazzo ustionato davanti alla Misericordia: è morto

PisaToday è in caricamento