Cronaca Tirrenia

Dramma a Tirrenia: spara alla moglie e poi si uccide

L'uomo, un anziano 80enne, ha puntato l'arma alla testa della coniuge prima di rivolgere la pistola contro se stesso e fare fuoco. E' stata una parente delle vittime a ritrovare i due cadaveri nell'abitazione

Omicidio suicidio lunedì sera a Tirrenia. Un uomo di 80 anni, Renato Vuillermin ha sparato alla testa alla moglie Luisa Barbieri, anch'essa ottantenne, prima di puntare la pistola, detenuta legalmente, contro se stesso. E' stata una parente della coppia intorno alle 19 a trovare in casa i due cadaveri. L'uomo ha lasciato un biglietto di scuse ai familiari.

Sarebbe stata la malattia della moglie il motivo del tragico gesto, visto che, secondo le testimonianze dei familiari, Vuillermin aveva manifestato da tempo segni di sconforto proprio per lo stato di salute della coniuge. Sul posto i Carabinieri.

Sui corpi verrà eseguita l'autopsia per stabilire l'esatta ora della morte e ricostruire una dinamica che purtroppo sembra già fin troppo chiara.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dramma a Tirrenia: spara alla moglie e poi si uccide

PisaToday è in caricamento