rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca Vecchiano / Via Aurelia

Migliarino, blitz anti-droga in pineta: pusher finisce in manette

Nella boscaglia lungo la via Aurelia sono state allestite vere e proprie postazioni aperte 24 ore su 24 per l'acquisto di stupefacenti. Giovedì vasta operazione dei Carabinieri di Pisa con il supporto di quelli del 1° Reggimento Paracadutisti 'Tuscania' di Livorno

La pineta di Migliarino, vero e proprio supermarket della droga, al centro ieri di una vasta e complessa operazione di polizia condotta dai Carabinieri della Compagnia di Pisa con il supporto di quelli del 1° Reggimento Paracadutisti 'Tuscania' di Livorno. L’impiego del Reparto Speciale dell’Arma, costituito da militari con peculiari capacità e professionalità per operare in ambienti naturali ostili e dotati di armamenti ed equipaggiamenti adatti a teatri operativi avversi, si è reso necessario proprio a causa della particolare area interessata dall’operazione, ovvero l’estesa e intricata boscaglia. 

Dopo ore di appostamenti e di avvicinamenti tattici ai vari obiettivi, è stato arrestato un cittadino marocchino (S.H., 22 anni), irregolare sul territorio nazionale, pregiudicato, autore di diversi cessioni di stupefacenti. Al momento dell’intervento, l’uomo, sorpreso dai Carabinieri Paracadutisti che nel frattempo lo avevano circondato alle spalle, è stato trovato in possesso di 20 grammi di cocaina e della somma di 750 euro, ricavati dall’attività di spaccio. Altri due connazionali sono riusciti a dileguarsi nella fitta boscaglia facendo perdere le tracce.

Complessivamente sono state segnalate alla locale Prefettura, quali assuntori di sostanze stupefacenti a scopo non terapeutico, otto persone e sequestrati ulteriori 10 grammi di cocaina. Otto sono state anche le patenti di guida ritirate. Infine, una persona, giunta sempre per acquistare stupefacenti, è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà per guida senza patente e ricettazione, poiché fermata a bordo di un ciclomotore risultato rubato a Viareggio nei giorni scorsi.

"Negli ultimi anni i luoghi tra San Rossore e Torre del Lago sono divenuti dei veri e propri punti fissi di spaccio da partuscania-3te di nordafricani, tutti marocchini, che gestiscono l’attività di spaccio all’interno dell’area boschiva - si legge in una nota del Comando Provinciale dei Carabinieri di Pisa - gli stessi approfittando delle condizioni dell’area, che si presta difficilmente ad un accesso delle forze dell’ordine, hanno allestito delle postazioni di spaccio, alcune aperte h24, dove addirittura si danno il cambio con dei veri e propri turni. I tossicodipendenti non hanno nemmeno bisogno di contattare lo spacciatore, in quanto, lasciando la macchina sulla strada, si addentrano per pochi metri all’interno del bosco, dove incontrano lo spacciatore, ben fornito di droga".

Dall’inizio dell’anno salgono a quattro i nordafricani arrestati per spaccio nell’area di Migliarino da parte dei Carabinieri di Pisa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migliarino, blitz anti-droga in pineta: pusher finisce in manette

PisaToday è in caricamento