Ordinanza anti-bivacco: flash mob delle Sardine sotto il Comune

Appuntamento fissato per sabato pomeriggio alle 18. Aderisce anche il gruppo consiliare Pd

La manifestazione del 14 dicembre 2019

Le Sardine di Pisa tornano a muoversi con il flash mob 'Tutti giù per terra', annunciato per il pomeriggio di oggi, sabato 5 settembre, in Piazza XX Settembre. Lo scopo è manifestare contro la riproposizione da parte dell'amministrazione pisana dell'ordinanza anti-bivacco, firmata dal sindaco Conti nel mese di agosto, che ripropone vari divieti sull'uso degli spazi pubblici. La scelta era stata in prima battuta - pochi giorni dopo - criticata da Diritti in Comune, che parlava di un'azione di propaganda da parte dell'amministrazione a trazione leghista. Stessa censura poi mossa dalla consigliera Pd Picchi. Su questa linea si muovono anche le Sardine, che rispetto le previsioni restrittive ribadiscono che "una città infelice non è una città sicura."

Conferma la propria presenza in piazza il gruppo consiliare Pd: "Oggi saremo insieme alle Sardine, alle molte associazioni e ai tanti cittadini - dicono il capogruppo Matteo Trapani e il segretario cittadino Ranieri Del Torto - saremo in quella piazza perché quello è il luogo dei diritti, è il luogo della comunità, è il luogo della rinascita di Pisa. In questi mesi abbiamo fatto opposizione alla destra, ben consapevoli che quei problemi, che prima venivano affrontati solo con gli slogan, dovranno essere risolti con lavoro e impegno comune nei prossimi anni. Andare in piazza e riconquistare i luoghi abbandonati è il primo passo per un progetto condiviso di riconquista e rilancio di questa città che vogliamo attivare già oggi per renderla viva e felice".

Ci sarà anche Sinistra Italiana: "Le ordinanze 'antibivacco' - scrive in una nota il partito - non servono ad arrestare il declino e la desertificazione di Pisa, nè fermano la criminalità piccola e quella grande, che meno si vede. Sono l'esatto contrario di quello che occorrerebbe: una idea, un progetto di città in cui la convivenza fosse accompagnata dalla giustizia sociale, e che disegni un futuro per Pisa, e la riporti a giocare un ruolo nazionale ed oltre. Sono i bivacchi il problema vero di Pisa, o invece il diritto alla fruizione comune degli spazi cittadini è quello che adesso manca? Una città, viva, vissuta e popolata, è la prima garanzia contro l'insicurezza, come lo sono le politiche sociali lungimiranti, il controllo del territorio, la socialità civile e popolare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

  • Coronavirus a scuola, tre studenti positivi: quarantena per compagni di classe e insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento