Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Cascina

Cascina, guerra agli accampamenti non autorizzati: previsti sgombero coatto e sequestro dei mezzi

Ordinanza del sindaco Susanna Ceccardi che prevede anche il pagamento del ripristino dei luoghi a chi viene sanzionato: "Non permetteremo nuove situazioni di degrado"

Divieto assoluto, su tutto il territorio comunale, di bivacchi, campeggi e insediamenti abusivi. L'ordinanza prevista dal sindaco Susanna Ceccardi interessa caravan, roulotte e camper adibiti a dimora, ma anche le sistemazioni realizzate con veicoli, tende o coperture o costruzioni di ogni genere trasformati in abitazioni, anche temporanee.

La disposizione è stata firmata oggi 25 gennaio. Un provvedimento data "la nascita - si legge nell'ordinanza - di insediamenti non autorizzati di gruppi di persone, con presenza di minori, che occupano porzioni di aree pubbliche per utilizzarle come campeggio, bivacco e accampamento. L'occupazione delle aree comunali con baracche, tende, giacigli e mezzi usati impropriamente comporta serie problematiche sia sotto l'aspetto igienico-sanitario che sotto quello della sicurezza pubblica senza trascurare, infine, il decoro urbano che viene ad essere seriamente compromesso".

"Non permetteremo che a Cascina si creino nuove situazioni di degrado urbano - dice il sindaco - e risponderemo sempre con determinazione ogni volta che accampamenti abusivi al di fuori di qualsiasi regola esporranno a gravi conseguenze la popolazione e a grave turbamento il regolare svolgimento della vita della comunità. Vigileremo. Chi non rispetterà l'ordinanza sarà denunciato all'autorità giudiziaria, subirà lo sgombero coatto e il sequestro degli automezzi e delle strutture adibite ad abitazione. E dovrà accollarsi anche il ripristino dello stato dei luoghi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cascina, guerra agli accampamenti non autorizzati: previsti sgombero coatto e sequestro dei mezzi

PisaToday è in caricamento