Cronaca

Cascina, inquinamento atmosferico: vietati fuochi e invito a non usare l'auto

Il Comune ha emesso l'ordinanza valida fino al 2 gennaio 2017. Per Arpat le polveri sottili PM10 restano a livelli preoccupanti

Il Comune di Cascina ha emanato oggi, giovedì 29 dicembre 2016, l'ordinanza con cui si estendono i provvedimenti urgenti per la lotta all'inquinamento atmosferico causato dalle Pm10. L'amministrazione ha vietato, fino al 2 gennaio 2017, l'accensione di fuochi all'aperto e gli abbruciamenti di sfalci, potature e residui vegetali.

Il Comune invita i cittadini a limitare l'utilizzo dei mezzi privati di trasporto, privilegiando l'uso dei mezzi pubblici o altri mezzi di trasporto a basso impatto ambientale. Come si legge nell'ordinanza, i provvedimenti sono necessari vista la recente comunicazione di Arpat con cui viene comunicato "il mantenimento del livello di criticità 2 nell'area di superamento denominata Comprensorio del Cuoio di Santa Croce sull’Arno" (di cui Cascina fa parte per questo tipo di rilevazioni), "valutata la necessità di garantire la salute dei cittadini e di evitare l’esposizione agli inquinanti delle fasce più sensibili della popolazione" e "considerato peraltro che permangono condizioni meteorologiche favorevoli alla formazione degli inquinanti dell'aria, condizioni che non si prevede possano mutare sostanzialmente nei prossimi giorni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cascina, inquinamento atmosferico: vietati fuochi e invito a non usare l'auto

PisaToday è in caricamento