'Con maschera e boccaglio in Cavalieri': nuova protesta contro le ordinanze antidegrado

L'appuntamento, lanciato dalle associazioni studentesche, sabato sera: "Nei prossimi giorni inizieremo con le lezioni in piazza". Una quindicina i professori che avrebbero dato la loro disponibilità

Una scorsa manifestazione contro le ordinanze antidegrado

Una protesta itinerante che partirà intorno alle 22 da piazza XX Settembre, sotto la sede del Comune, e che, dopo aver attraversato il centro storico, si concluderà in piazza dei Cavalieri "per riappropriarci della nostra città". E' la nuova iniziativa contro le ordinanze antidegrado emanate dal sindaco Conti che andrà in scena domani sera, sabato 8 dicembre, a Pisa. Ad organizzare l'appuntamento, dal titolo 'Con maschera e boccaglio in Cavalieri', la Rete degli Studenti Medi e l'Unione degli Universitari di Pisa.

"La protesta - spiega Andrea Aretini, coordinatore provinciale della Rete degli Studenti Medi - nasce come risposta alle affermazioni del deputato Ziello che in qualche modo aveva 'minacciato' contro di noi l'utilizzo delle idropulitirci. Per questo, per non farci trovare impreparati, porteremo maschera e boccaglio. Il via alla manifestazione sarà alle 22 sotto il Comune, dove inizieremo a scaldarci grazie alle musiche di due gruppi che ci accompagneranno per tutta la serata, i Plateìa e i I Suonatori di Citofoni. Successivamente ci sposteremo in un concerto itinerante che toccherà le piazze del centro di Pisa per arrivare in Cavalieri. Violando tutti insieme le ordinanze del sindaco dimostreremo che sedersi per terra o su un gradino, e più in generale vivere la propria città non è simbolo di degrado, ma che può essere un'occasione di confronto e di costruzione di cultura".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nuova 'sfida' ai divieti: "Lezioni in piazza contro l'ordinanza antidegrado"

Quello di sabato sera sarà però solo il primo di una serie di appuntamenti organizzati dagli studenti nel mese di dicembre. "Nei prossimi giorni - continua Aretini - inizieremo con le lezioni in piazza. Stiamo mettendo a punto gli ultimi dettagli poi annunceremo anche i nomi dei docenti, circa una quindicina tra professori universitari e delle scuole superiori, che hanno aderito all'appello. Vorremmo fare almeno due lezioni in piazza entro la fine dell'anno. Le location di queste saranno ovviamente le piazze del centro storico, in particolare piazza XX Settembre, piazza delle Vettovaglie e piazza dei Cavalieri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'ospedale Cisanello si prepara al picco: "E' previsto nel prossimo fine settimana"

  • Coronavirus: muore studente universitario di 30 anni

  • Coronavirus: 265 nuovi casi positivi, 19 morti in 24 ore

  • Trovato morto in Austria: avviate le indagini

  • Coronavirus: 254 nuovi casi in Toscana, 3.226 i contagi 

  • Coronavirus e commercio: dichiarato lo sciopero per punti vendita e supermercati

Torna su
PisaToday è in caricamento