rotate-mobile
Cronaca

Ordinanze antidegrado, il sindaco: "Meno spazzatura in giro, ci sono dei miglioramenti"

E' quanto affermato da Michele Conti nel corso del talk show web 'La pecora nera'. Diversi i temi affrontati dal primo cittadino che non ha risparmiato qualche frecciata al suo predecessore

"Parlando con la ditta che fa pulizia in città mi è stato detto che la spazzatura è molta meno che in passato, quindi ci sono dei miglioramenti". Il sindaco di Pisa, Michele Conti, si dice soddisfatto dei primi risultati ottenuti con le cosidette ordinanze antidegrado, entrate in vigore lo scorso 8 ottobre. Lo fa intervistato al talk show 'La pecora nera', l'iniziativa settimanale promossa da Nap-FdI e trasmessa su Facebook. "Per quanto riguarda l'ordinanza che vieta di sedersi per terra o sdraiarsi sulle panchine - ha proseguito Conti - abbiamo chiesto che i controlli in questa prima fase siano attuati soprattutto nell'area della stazione, che è quella maggiormente colpita dai fenomeni di degrado".

Sicurezza

Il sindaco vede qualche passo in avanti anche sul fronte della sicurezza. "Qualche micromiglioramento c’è stato - ha affermato Conti - ma non sono soddisfatto. Dobbiamo riportare la città alla sicurezza che aveva 20/25 anni fa. Per garantire l'ordine pubblico - osserva il sindaco - andrebbero cambiate le leggi. E’ però anche vero che con un lavoro certosino fatto con Questura e Prefettura qualcosa può cambiare. Se tutte le forze dell’ordine vedono che sei deciso ti seguono. Ci vuole però un po' di tempo".

Bando periferie e arredo urbano

Dopo settimane di silenzio Conti promuove l'accordo trovato ieri, giovedì 18 ottobre, tra Comuni e Governo, con il quale si dovrebbero nuovamente sbloccare le risorse del 'Bando periferie', precedentemente revocate dall'esecutivo con il decreto 'milleproroghe'. "Lo sblocco di questi fondi - ha detto il primo cittadino - è un'occasione unica per riqualificare le periferie della città con marciapiedi, strade e arredi urbani ordinati. Migliorare l'arredo urbano è uno dei miei obiettivi e qualche novità si vedrà già sotto Natale. Nel prossimo anno e mezzo vedremo 'fisicamente' questo cambiamento. Stiamo lavorando anche a un 'piano del decoro' affinchè si possa arrivare ad avere una città ordinata".

Piano del commercio e bancarelle del Duomo

Qualche battuta anche sulla spinosa vicenda dei bancarellai di piazza Manin. "Ci dovremo mettere al lavoro per completare il piano del commercio lasciato a metà dalla precedente amministrazione". Il sindaco spiega quindi che "per quanto riguarda le bancarelle del Duomo proporremo alla Soprintendenza due soluzioni", senza però entrare nei dettagli delle proposte. "Si tratta di un problema che va avanti da più di 20 anni e che va risolto sia per i lavoratori che per la città".

Bando per agenti della Municipale

Il sindaco ha risposto anche a chi gli chiedeva un'opinione sul bando per l'assunzione di 3 agenti della Muncipale che prevede, ai fini dell'assunzione, il superamento di alcune prove fisiche e che per questo motivo è stato criticato dal Sindacato Generale di Base. "La città è cambiata - ha detto Conti - e i vigili non sono più quelli degli anni ’60 e ’70 che dovevano solo gestire il traffico e fare qualche contravvenzione. Per questo motivo abbiamo chiesto anche alcuni requisiti minimi per fare ordine pubblico in alcune zone di Pisa".

Frecciata a Filippeschi

Conti non ha risparmiato qualche frecciata nemmeno nei confronti del suo predecessore, Marco Filippeshi. A chi gli faceva notare come in alcuni casi fosse stato poco presente alle iniziative cittadine, il sindaco ha infatti risposto che "se uno dà retta e rincorre tutti gli eventi come ha fatto il mio predecessore allora non si governa, perché tutto diventa pubbliche relazioni e si tralascia la macchina amministrativa". Nei rapporti con le altre realtà pisane Conti ha quindi spiegato che "Pisa è una città non facile da questo punto di vista perchè ha Università, Ospedale, Cnr: ognuno è un piccolo governatore che con me gestisce la città e con cui bisogna rapportarsi continuamente".

Nuovi dirigenti

Per quanto riguarda la macchina amministrativa vera e propria Conti ha affermato che "stiamo lavorando per rinnovare la classe dirigente ma è complicato. Il 5 novembre arriverà il nuovo segretario generale (Il nome dovrebbe essere quello di Marco Mordacci, attualmente titolare della segreteria convenzionata tra la provincia di La Spezia e il comune di Santa Margherita Ligure, ndr). Si è chiuso da poco il bando per il dirigente dell’urbanistica, mentre è ancora aperto quello per il nuovo comandante della Polizia Municipale. Cambieremo molti dirigenti e la riforma delle pensioni ci aiuterà in questo. Ci sono tutti i presupposti per fare un bel lavoro".

"La macchina comunale - ha detto ancora Conti - è grossa e complessa, con 10 municipalizzate. A questo proposito chiedo ancora una volta ai dirigenti nominati dal Pd di dimettersi. Non ho alcuna preclusione nei loro confronti ma non si può pensare di rimanere al vertice delle municipalizzate, dove la nomina è di carattere politico". 

Piazza Vittorio Emanuele

Conti ha infine parlato anche di quanto lasciato incompiuto dalla vecchia amministrazione, "questioni anche molto complicate perché si sono stratificate negli anni". Il sindaco cita quindi l’esempio del contenzioso tra il Comune e la ditta che ha realizzato il parcheggio di piazza Vittorio Emanuele. "Un’opera che è stata voluta da Fontanelli e che oggi ci costringe a sborsare circa 4 milioni di euro. Abbiamo provato a fare una transazione risparmiando 600mila euro che potremo reinvestire in opere pubbliche".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordinanze antidegrado, il sindaco: "Meno spazzatura in giro, ci sono dei miglioramenti"

PisaToday è in caricamento