rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Cronaca

'Marzo delle Donne': il Consiglio cittadino per le pari opportunità al lavoro sulle iniziative

All'ordine del giorno il calendario della prossima edizione della rassegna

Si è svolta venerdì 9 febbraio la seduta del Consiglio cittadino per le pari opportunità, organo consultivo del Consiglio comunale di Pisa. A coordinarla la presidente Silvia Silvestri, con la presenza del vicesindaco, assessore alle pari opportunità, Raffaella Bonsangue. Molti i punti all’ordine del giorno fra i quali l’organizzazione in calendario delle iniziative della rassegna 'Marzo delle Donne 2023', un calendario sempre ricco che mostra la vivacità delle varie associazioni facenti parte del Consiglio Cittadino per le Pari Opportunità.

"Innanzitutto - dichiara la vicesindaco Raffaella Bonsangue - un ringraziamento particolare va agli uffici amministrativi del Comune di Pisa che ci supportano per le nostre attività e a tutti i membri del Consiglio che, accettando il ruolo di rappresentanza, in interazione diretta con l’amministrazione, si impegnano costantemente, nella nostra comunità, per promuovere iniziative e progetti di sensibilizzazione ed educazione sul tema della parità di genere. L'assessorato, in questi anni, ha svolto un lavoro di consolidamento della partecipazione delle organizzazioni già da tempo impegnate in città, per favorire l’effettiva attuazione dei principi di uguaglianza e di parità tra i cittadini, per la promozione di condizioni di pari opportunità e per la rimozione degli ostacoli che di fatto costituiscono discriminazione diretta o indiretta. Su questa linea, nei giorni scorsi, è stato approvato in giunta comunale il 'Piano delle azioni positive per il triennio 2023 - 2025', con l’obiettivo di contrastare ogni forma di discriminazione e promuovere la diffusione del benessere nei luoghi di lavoro, equità di genere, pari opportunità ed inclusione sociale per potenziare l’efficienza organizzativa e, di conseguenza, accrescere la qualità delle prestazioni rese ai cittadini". 

"Nonostante siano stati fatti grandi passi in avanti - prosegue Bonsangue - purtroppo, in Italia c’è ancora molto lavoro da fare per poter eliminare tutti quegli ostacoli discriminatori che impediscono l’uguaglianza tra tutte le persone nella vita sociale, economica, lavorativa. E noi continueremo ad impegnarci per raggiungere il quinto obiettivo dell'Agenda 2030, che mira ad ottenere pari opportunità tra donne e uomini nello sviluppo economico, l'eliminazione di tutte le forme di violenza nei confronti di donne e ragazze e l'uguaglianza di diritti a tutti i livelli di partecipazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Marzo delle Donne': il Consiglio cittadino per le pari opportunità al lavoro sulle iniziative

PisaToday è in caricamento