Cronaca

Ospedale Cisanello, avanti tutta con i vaccini: la carica delle 1000 somministrazioni al giorno

Un meccanismo che ha iniziato a muoversi lo scorso 27 dicembre con il V-Day e che è andato avanti in questi mesi fino ad arrivare ad oltre 62mila vaccinazioni effettuate

Un modello organizzativo che ha consentito, sin dalla fine di dicembre, di dare il via alla campagna vaccinale contro il Covid e che ha permesso, al 25 maggio, di esegure 62.044 vaccinazioni, di cui 37.038 prime dosi e 25.006 richiami.
Una organizzazione, quella messa in piedi dall'Aoup all'ospedale Cisanello, che impiega farmacisti per la preparazione delle dosi, medici, infermieri, operatori socio-sanitari, coordinatori, tecnici, amministrativi addetti all’accettazione oltre al team di emergenza, predisponendo di volta in volta il numero di ambulatori necessari a garantire i volumi di attività settimanalmente previsti.

Nei mesi sono cambiate anche le sedi vaccinali, compatibilmente con l’andamento della pandemia e l’utilizzo degli ambulatori all’interno dell’ospedale. Si è partiti dall’Edificio 3 con il V-Day del 27 dicembre scorso e, nelle settimane successive, con 14 ambulatori paralleli e una media di circa 900 vaccini al giorno, si è completata la somministrazione del Pfizer sulle categorie individuate dal Ministero e dalla Regione (personale ospedaliero e a vario titolo operante in ospedale) per poi passare alle categorie estremamente vulnerabili, ossia i pazienti già in carico alle strutture ospedaliere per varie patologie, che sono stati contattati dagli specialisti e vaccinati con le dosi di Moderna all’Edificio 2A di Cisanello. A metà aprile l’Aoup aveva già somministrato 20469 prime dosi e 15043 richiami, mettendo un proprio ambulatorio anche a disposizione dei medici di medicina generale per vaccinare gli ultraottantenni. Nel frattempo erano stati attivati anche gli ambulatori all’Edificio 1 per i richiami per poi centralizzare tutta l’attività all’Edificio 30 C dove sono attualmente attivi 8 ambulatori con una frequenza di 1000 vaccini al giorno.

In questi mesi è stato anche organizzato un corso di formazione in 14 edizioni, rivolto al personale sanitario (medici, infermieri, operatori socio-sanitari) per garantire la massima sicurezza del servizio, con i professionisti opportunamente formati e periodicamente aggiornati sulle emergenze legate alla pratica vaccinale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale Cisanello, avanti tutta con i vaccini: la carica delle 1000 somministrazioni al giorno

PisaToday è in caricamento