rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

E' nato l'Osservatorio Turistico di 'Terre di Pisa': avrà compiti consultivi

Istituito il coordinamento che coinvolge 26 comuni. A Pisa sanzionate 400 strutture ricettive per non aver comunicato i dati sulle presenze nei tempi previsti

Si è costituito questa mattina l’Osservatorio Turistico di Destinazione (OTD), primo atto del neonato Ambito 'Terre di Pisa', composto da 26 Comuni della provincia di Pisa. Al Bastione San Gallo erano presenti rappresentanti delle amministrazioni comunali, associazioni di categoria delle imprese del turismo, rappresentanti delle Pro Loco, delle associazioni dei consumatori e vari portatori di interesse in ambito turistico e culturale. Tutti soggetti che andranno a comporre il nuovo Osservatorio che avrà compiti consultivi sui temi della promozione turistica.

"Sono molto soddisfatto - spiega l’assessore al turismo, Paolo Pesciatini - poiché si tratta di un importante tassello nel percorso già iniziato con la costituzione dell’Ambito 'Terre di Pisa', per la valorizzazione del nostro contesto territoriale così variegato, ricco di numerose e straordinarie risorse sia culturali che paesaggistiche. Siamo convinti che con azioni comuni e coordinate e una promozione in grado di armonizzare le molteplici caratteristiche dei nostri territori si possa creare un sistema condiviso, un’offerta integrata capace di accrescere l’identità, l’attrattività turistica per rilanciare processi di sviluppo e crescita economica".

Il 21 maggio scorso era stato costituito il 'Terre di Pisa' tra i Comuni di Bientina, Buti, Calci, Calcinaia, Capannoli, Casciana Terme - Lari, Cascina, Castelfranco di Sotto, Chianni, Crespina - Lorenzana, Fauglia, Lajatico, Montopoli in Val d’Arno, Orciano Pisano, Palaia, Peccioli, Pisa, Ponsacco, Pontedera, San Giuliano Terme, San Miniato, Santa Croce sull’Arno, Santa Maria a Monte, Terricciola, Vecchiano, Vicopisano. Il Comune di Pisa è coordinatore della gestione associata dell’Ambito. Nel mese di giugno era stato presentato a Toscana Promozione un progetto di avvio che, proprio in questi giorni, ha ottenuto un finanziamento per le prime attività.

Nel corso dell’incontro è stato anche comunicato che il Comune di Pisa dal 1 luglio ha elevato oltre 400 sanzioni a carico delle strutture ricettive che pur avendo l’obbligo di comunicare le presenze turistiche, hanno omesso di farlo nei tempi previsti. Il Comune di Pisa, dopo una prolungata opera di informazione e sollecitazione nei confronti degli inadempienti, ha proceduto all’accertamento delle violazioni dell’obbligo della comunicazione ex art. 86 della Legge Regionale n. 86/2016 allo scopo di implementare il dato statistico fino a renderlo quanto più possibile aderente alla realtà turistica provinciale, quale supporto fondamentale per un efficiente programmazione delle strategie di promozione turistica e quale insieme organizzato di dati, capaci di approfondire le conoscenze di base dei fenomeni e stabilire le adeguate connessioni.

"Sia chiaro - ha spiegato Pesciatini - che il nostro intento non è tanto quello di sanzionare le imprese quanto quello di far comprendere l’importanza di avere dati certi e sicuri nei tempi previsti dalle leggi per attuare politiche sempre più efficaci in tema di promozione truistica. La conferma di questo è che prima di procedere alle sanzioni, nei mesi scorsi, erano stati fatti numerosi solleciti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' nato l'Osservatorio Turistico di 'Terre di Pisa': avrà compiti consultivi

PisaToday è in caricamento