rotate-mobile
Cronaca San Giuliano Terme

Bilancio sano e puntualità: San Giuliano Terme paga in anticipo i fornitori

Il Comune termale sottolinea le politiche virtuose portate avanti nonostante la pandemia

Il Comune di San Giuliano Terme paga i propri fornitori con 12 giorni d'anticipo. Vale a dire che una fattura viene saldata 12 giorni prima rispetto alla data di scadenza. E' quanto emerge dalla delibera 64 approvata dalla Giunta lo scorso febbraio, dove si parlava degli obblighi di pubblicazione dei tempi di pagamento del Comune (obbligo con cadenza annuale a cui sono tenute tutte le pubbliche amministrazioni) relativi agli acquisti di beni, servizi, prestazioni professionali e forniture. 

Questo indicatore si chiama 'Indicatore annuale di tempestività dei pagamenti' e "il nostro Comune - commenta l'assessore al Bilancio Matteo Cecchelli - lo rispetta appieno saldando le fatture emesse dai fornitori addirittura in anticipo di 12 giorni rispetto alla data di scadenza. Il bilancio di un Comune è complesso e pagare in anticipo i fornitori è un valore aggiunto, soprattutto in un periodo in cui la crisi sta ponendo diversi ostacoli, tra cui il reperimento delle materie prime". "Il largo anticipo con cui paghiamo i fornitori - puntualizza il sindaco Sergio Di Maio - viene da lontano, da politiche iniziate durante la precedente amministrazione e virtuosamente portate avanti in questa. Nel tempo abbiamo migliorato moltissimo questo indicatore, che ci rende competitivi e seri, caratteristiche decisive per una pubblica amministrazione: chi ci guadagna, alla fine, è la comunità".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio sano e puntualità: San Giuliano Terme paga in anticipo i fornitori

PisaToday è in caricamento