Cronaca

Sanità: prenotare visite mediche e pagare il ticket alla Posta? Si può

E' stato firmato ieri a Roma un protocollo d'intesa tra Regione e Poste Italiane: l'obiettivo è quello di snellire le pratiche per rendere un servizio migliore ai cittadini toscani

In Toscana sarà possibile prenotare le visite mediche e pagare i ticket sanitari direttamente all’ufficio postale. Sono queste alcune tra le novità principali previste dal protocollo d’intesa firmato ieri a Roma tra Poste Italiane e Regione Toscana, nel quadro dei servizi di e-Government in materia di salute e in linea con il programma “Reti Amiche”.
I cittadini toscani potranno così servirsi dei 434 uffici postali regionali provvisti di “Sportello Amico” per prenotare la visita e versare il relativo ticket sanitario senza doversi necessariamente recare negli uffici della Asl. I referti saranno poi ricevuti comodamente a casa, nel formato cartaceo o via email, ovvero essere chiesti direttamente all’Ufficio Postale. L’intesa prevede inoltre la realizzazione di una rete logistica per la consegna dei farmaci a domicilio.

“L’accordo con Poste Italiane conferma l’impegno della Toscana a mettere a disposizione dei cittadini un sistema sanitario sempre più efficiente, avvalendosi dell’evoluzione delle tecniche e delle conoscenze” ha sottolineato il presidente Enrico Rossi. “I bisogni di salute sono sempre più complessi e le informazioni devono essere condivise sempre più rapidamente. Con questo sistema - ha concluso Rossi - sono le immagini a "viaggiare" e non i pazienti, i quali, inoltre, potranno prenotare all’ufficio postale le proprie visite mediche ed attivare la Carta sanitaria elettronica”.
“L’accordo con la Regione Toscana per servizi di e-Government in campo sanitario - ha detto l’ad di Poste italiane, Massimo Sarmi, dopo la firma dell’accordo - consolida e rappresenta l’evoluzione delle attività e dei rapporti tra Regione Toscana e Poste Italiane nella direzione della semplificazione della vita del cittadino. Con la nostra tecnologia avanzata e la rete logistica - ha aggiunto Sarmi - mettiamo a disposizione degli enti locali e delle persone servizi che agevolano il rapporto tra cittadini e pubblica amministrazione, semplificando le procedure e assicurando effettivi benefici alle persone che, in questo modo, ricevono la documentazione sanitaria a domicilio o sul proprio pc”.

L’intesa siglata prevede anche l’avvio di servizi studiati su misura per la Regione Toscana, come l’utilizzazione della Posta elettronica certificata per la trasmissione di referti diagnostici, l’ideazione di sistemi innovativi di comunicazione istituzionale nel settore sanitario e lo sviluppo di sistemi di incasso e rendicontazione delle prestazioni sanitarie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità: prenotare visite mediche e pagare il ticket alla Posta? Si può
PisaToday è in caricamento