rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Cascina

Cascina: 160 palloncini arancioni per dire no al razzismo

Per la Giornata mondiale per l’eliminazione delle discriminazioni razziali, i bambini hanno lasciato volare in cielo tanti palloncini ai quali era legato un bigliettino con un loro pensiero sul razzismo

E’ cominciata con il lancio di 160 palloncini arancioni nel cielo sopra le scuole 'Ciari' di Cascina, l’iniziativa che l’amministrazione comunale ha promosso lunedì per ricordare la Giornata mondiale per l’eliminazione delle discriminazioni razziali, che si celebra in tutto il mondo il primo giorno di primavera.

Al grido 'No al razzismo!', i bambini della primaria hanno lanciato tutti insieme dal cortile della scuola il loro palloncino al quale era legato un biglietto con un loro pensierino, frutto del lavoro svolto in classe sui temi del razzismo e della discriminazione.

Presenti all’iniziativa Alessio Antonelli, sindaco di Cascina, e Federico Betti, dirigente dell’istituto scolastico 'Falcone'. "Come ha scritto una bambina nel suo biglietto, il mondo appartiene a tutti e non è di nessuno - ha detto Antonelli di fronte ai ragazzi - e i bambini e le bambine che frequentano le scuole oggi hanno la grande opportunità di superare le discriminazioni che continuano, purtroppo, a esistere".

Ogni anno, in occasione della giornata mondiale per l’eliminazione delle discriminazioni razziali, l’Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali organizza la Settimana di azione contro il razzismo, giunta alla sua decima edizione. Per l’edizione del 2014 è stato chiesto a tutti i comuni italiani un semplice gesto con cui aderire all’iniziativa e con cui colorare di arancione, il colore delle campagne antidiscriminazione, una parte della città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cascina: 160 palloncini arancioni per dire no al razzismo

PisaToday è in caricamento