Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Malvaldi come Camilleri. La Palomar compra i diritti per una fiction

Le storie gialle di Marco Malvaldi hanno attirato l'attenzione della Palomar Produzioni. Dal paesino immaginario di Vigata a Pisa, i personaggi dello scrittore pisano arrivano in tv

Marco Malvaldi

La notizia è ufficiale e spopola in tutta Pisa: la "Palomar Produzioni" ha acquistato i diritti sui libri del giovane scrittore Marco Malvaldi, per produrne una fiction. I romanzi di Malvaldi sono dei gialli e seguono un simpatico filone poliziesco. Le storie  portano in scena personaggi originali e nello stesso tempo familiari, come i vecchietti impiccioni, che sembrano adattarsi bene al piccolo schermo. Così il mondo della fiction potrebbe aver trovato un nuovo Montalbano.

Marco Malvaldi, classe 1974, è un ricercatore di Chimica Bioorganica dell'università di Pisa nonché la nuova scoperta letteraria della casa editrice Sellerio, come lo fu Andrea Camilleri. Malvaldi nella sua vita ha fatto un po' di tutto: dal chimico, al cantante lirico per poi finire a fare lo scrittore con grande successo. Il suo stile è definito da molti lettori come un mix tra le immagini di Monicelli e le parole di Camilleri. Non è un caso infatti che a comprare i diritti dei suoi libri sia stato Carlo Degli Esposti, fondatore della Palomar. La società televisiva e cinematografica ha decretato il successo mediatico del commissario Montalbano, interpretato da Luca Zingaretti.

Ovviamente la fiction è ancora tutta da  produrre. In tanti si chiedono già chi saranno gli attori e  dove verranno girate le scene.  La curiosità dei pisani cresce sempre di più.  "Malvaldi - dice Degli Esposti - ha la capacità di raccontare  la vita di provincia attraverso l'indagine gialla. Una capacità che riporta ad alcuni grandi scrittori del passato (come Sciascia ndr). I suoi libri hanno una potenza visiva che si presta alla trasposizione in tv o al cinema. Oltre me, hanno conquistato milioni di lettori, che certamente ameranno l'idea di vederli in carne ed ossa. Cominciamo ora a lavorare alle sceneggiature e a pensare al cast".

Degli Espositi cerca di non esporsi troppo, perciò ancora non si sa se la fiction verrà trasmessa dalla Rai oppure sarà girato un film che andrà direttamente nelle sale cinematografiche. "Dentro le pagine di Malvaldi mi sembra di rintracciare una commedia piacevole - continua a spiegare il dirigente della Palomar -  come nella migliore tradizione di Risi e Monicelli e quella più recente dei primi film di Leonardo Pieraccioni. Alla commedia si unisce il poliziesco da bar: un mix eccentrico e accattivante".

Attualmente in cima alle classifiche italiane, insieme a Camilleri, si trova  "La carta più alta", quarta storia della fortunata serie, edita sempre dalla Sellerio. "Nella saga di Camilleri le storie si svolgono nel paesino immaginario di Vigata, in quella di Malvaldi nell'altrettanto immaginaria ma realissima Pineta del litorale toscano - conclude Degli Esposti - da una parte abbiamo la Sicilia che regala atmosfere e profumi, dall'altra la Toscana, dall'umore popolare e iconoclasta".

Semplicità spumeggiante e casi che aspettano di essere risolti dagli improbabili investigatori, un po' indolenti e perdigiorno come li descrive Malvaldi con consapevole simpatia. Oltre i vecchietti, che passano le loro giornate al bar, ci sono anche Massimo e la bella Tiziana che nel bar ci lavorano. I personaggi dalla carta prenderanno finalmente vita e forma in tv o al cinema. La città li aspetta, immaginandosi già qualche esilarante gag in pisano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malvaldi come Camilleri. La Palomar compra i diritti per una fiction

PisaToday è in caricamento