Cronaca

Cisanello, partorisce in coma: muore due settimane dopo

Paola Frizzarin, 49enne di Desenzano, era stata colpita da un'emorragia cerebrale a Pisa, durante l'attesa del primogenito

Era venuta a Pisa per un convegno e proprio nella città della Torre, il 13 aprile scorso, si era sentita male, entrando in coma per una emorragia cerebrale. Nonostante questo era comunque riuscita a dare alla luce il proprio bambino grazie ad un cesareo di urgenza. Dopo due settimane di lotta tra la vita e la morte la donna, Paola Frizzarin, psicoterapeuta 49enne di Desenzano (Brescia), ha perso la vita nella giornata di martedì 30 aprile all'ospedale di Cisanello.

Una tragedia che lascia sgomenta la comunità di Desenzano e quella di Lonato, dove la 49enne era molto conosciuta. La sua grande passione era il canto: da tempo faceva parte del coro del Corpo Musicale del paese. "Siamo tutti sgomenti" racconta Alessia Panza, direttrice del coro 'Voci del Garda', ricordando quando Paola entrava orgogliosa in aula per le lezioni: le mani sempre sul 'pancione' e il sorriso sulle labbra. "Sarà la mascotte del coro", diceva.

Il piccolo era venuto alla luce mentre lei era in coma: sta bene, tanto che non si è nemmeno reso necessario metterlo in incubatrice. Per Paola invece non c'è stato nulla da fare e la speranza a cui erano aggrappati il marito e i familiari si è spezzata per sempre martedì, quando i medici hanno dichiarato la morte cerebrale della 49enne. I funerali si svolgeranno venerdì pomeriggio (alle 15) nella chiesa di Sant'Angela Merici di Desenzano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cisanello, partorisce in coma: muore due settimane dopo

PisaToday è in caricamento