Cronaca Pontedera

Geofor: il presidente Marconcini si è dimesso

Dopo l'inchiesta della Procura e le polemiche che ne sono scaturite è arrivata la decisione dell'ex sindaco di Pontedera

Lascia la guida della Geofor il presidente Paolo Marconcini che ha consegnato le sue dimissioni irrevocabili dalla carica di consigliere di amministrazione della società al cda a decorrere dal 31 dicembre 2016. Il consiglio di Geofor ha dunque avocato a sé, con effetto dalla data dell'11 novembre, tutte le deleghe gestionali fino ad oggi assegnate a Marconcini. La decisione è scaturita dall'inchiesta della Procura sull'utilizzo dell'auto blu a scopo personale, una notizia che aveva sollevato dure critiche nei confronti dell'ormai ex presidente.

"Apprendo che il Presidente di Geofor Paolo Marconcini ha rassegnato le proprie dimissioni irrevocabili - afferma il sindaco di Pontedera Simone Millozzi - lo conosco da moltissimo tempo e posso dire senza alcun imbarazzo che lo ritengo una persona di grande integrità ed onestà, un uomo che ha dedicato al servizio della propria comunità e della cosa pubblica tutte le proprie energie e competenze. E' stato un ottimo amministratore come Sindaco di Pontedera ed un eccellente dirigente di Geofor, una azienda che sotto la sua gestione ha saputo svilupparsi e ammodernarsi come si evince, per chi ne avesse voglia, dal confronto con tante altre società toscane ed italiane del settore".
"Probabilmente per togliere l'azienda ed i soci pubblici dal clamore mediatico di una vicenda che nè la magistratura nè altro organo competente ha ancora chiarito, al netto della ferocia della battaglia politica e delle intempestive prese di posizione di membri del CDA che nemmeno ha competenza a decidere sul merito - prosegue Millozzi - Marconcini decide di fare un passo indietro per potersi difendere più serenamente al di fuori della pubblica piazza; è un gesto di grande dignità, secondo il suo stile".
"Nel frattempo occorre però gestire in continuità la missione sociale secondo gli obiettivi che abbiamo fin qui perseguito e portato avanti: la città di Pontedera auspica che la nuova governance di Geofor abbia competenze, sensibilità ed attenzioni per il territorio in cui opera affinché possa concludersi senza rallentamenti nè tentennamenti il percorso ormai pluriennale di realizzazione del nuovo impianto di compostaggio - conclude Millozzi - siamo arrivati ad una fase in cui potranno finalmente esser capitalizzate le tante energie spese perchè si superino le criticità che il vecchio impianto portava da anni con sè. La filiera della raccolta, recupero e riuso del rifiuto organico deve contare su questo importante investimento e sulle più moderne tecnologie per esser compiutamente virtuosa: nell'interesse non solo di Pontedera ma dell'intero bacino servito".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Geofor: il presidente Marconcini si è dimesso

PisaToday è in caricamento