Bruchi morti nel cavolfiore della mensa: denunciato direttore dell'azienda che fornisce i pasti

L'uomo è accusato di 'somministrazione di cibi invasi da parassiti'. Il ritrovamento dei bruchi risale allo scorso novembre. Sono stati gli stessi genitori degli alunni a segnalare l'episodio ai Carabinieri

Bruchi morti nei pasti della mensa della scuola elementare 'Zerboglio' a Pisa. E' finito nei guai il direttore della filiale pisana della Elior Ristorazione spa, che fornisce i pasti a tutte le scuole pisane. Tre contorni infatti erano infestati da parassiti.
I contorni incriminati, nello specifico cavolfiore bio toscano cotto a vapore, sono stati ritrovati lo scorso 12 novembre. Gli stessi genitori hanno segnalato il caso ai Carabinieri. E' stato così effettuato un sopralluogo dei Nas di Livorno presso il centro cottura dell'azienda e nella scuola. Il direttore è stato denunciato con l'accusa di 'somministrazione di cibi invasi da parassiti'.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 28 anni in un incidente in moto in autostrada

  • Colta alle spalle e rapinata di notte in via Notari: due arresti, si cerca il terzo

  • Incidente stradale lungo l'Aurelia: un morto e tre feriti

  • Ragazza investita a Marina di Pisa: arrestato il pirata della strada

  • In arrivo piogge e temporali in Toscana: emessa allerta meteo

  • Coronavirus in Toscana, 10 nuovi casi: 3 in più nel pisano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento