Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Asili nido: al via il nuovo anno educativo, obbligo green pass

Il Comune di Pisa aggiorna su tutte le misure organizzative e di prevenzione del contagio 

E' partito da giovedì 9 settembre il nuovo anno educativo per i nidi d’infanzia del Comune di Pisa. Dati i pochi bambini ancora presenti negli asili, impegnati a effettuare i primi inserimenti solo per le prime ore della mattina, l’assessore alle politiche educative e scolastiche Sandra Munno ha colto l’occasione stamani per andare a far visita all’Asilo nido Timpanaro a Cisanello, per augurare buon inizio dell’anno educativo ad educatrici e personale.

Sono 8 i nidi d’infanzia a gestione diretta del Comune di Pisa a cui si aggiungono 5 nidi a gestione indiretta. Oltre a questi a Pisa ci sono 11 nidi d’infanzia privati che sono stati autorizzati e/o accreditati dal Comune. Per permettere la ripresa del servizio in sicurezza sono state assicurate, come lo scorso anno, le misure stabilite dalle linee guida nazionali per la prevenzione sanitaria, che disciplinano i servizi educativi.

"Salutiamo con grande energia e soddisfazione - dichiara l’assessore Sandra Munno - l’inizio del nuovo anno educativo che sarà improntato a garantire piena accoglienza a bambini e famiglie che usufruiscono di un servizio che riteniamo di fondamentale importanza. Abbiamo lavorato e stiamo continuando a farlo per recepire la normativa nazionale in continuo aggiornamento sul fronte della prevenzione del contagio da Covid. A pochi giorni dall’apertura del servizio è entrato in vigore il nuovo decreto del Ministero dell’Istruzione che introduce l’obbligo di presentazione del green pass per chiunque acceda alle strutture educative, genitori compresi. Abbiamo provveduto immediatamente a informare le famiglie e il personale si è attrezzato per operare i controlli in ingresso agli asili. Garantiremo un periodo di tolleranza per dar modo a tutti i genitori di accedere alle strutture per accompagnare i bambini".

"Siamo riusciti a riorganizzare il servizio per farlo funzionare anche nei periodi più duri della pandemia - aggiunge Munno - quindi sono fiduciosa che anche per il nuovo anno che inizia saremo in grado di affrontare le nuove sfide e continuare a garantire il necessario supporto alle famiglie con bambini piccoli. Ricordo che già dallo scorso anno abbiamo aggiunto ai normali servizi la possibilità, in due strutture a gestione indiretta, di usufruire dell'orario prolungato fino alle 18, per potenziare il servizio e sostenere concretamente le esigenze delle famiglie. Auguro un buon inizio anno a tutto il personale dei servizi educativi, ringraziandolo per impegno, passione e professionalità che dimostra, e a tutte le famiglie con i loro bambini".

Iscrizioni anno educativo 2021/2022. A fronte di 551 domande di iscrizione ricevute (di cui 202 vecchi iscritti, 119 nuovi iscritti lattanti e 230 nuovi divezzi), sono stati assegnati inizialmente 462 posti; a seguito delle rinunce o dei ritiri pervenuti, sono attualmente in corso di assegnazione ulteriori posti e pertanto la lista di attesa aggiornata si compone di 89 nominativi. "La lista di attesa è da considerarsi in ogni caso fisiologica - dice in una nota il Comune - e bisognerà come sempre attendere inserimenti e primo mese di frequenza per avere i dati definitivi. La Direzione Servizi Educativi procederà con cadenza mensile ad assegnare i posti che si renderanno disponibili".

L'organizzazione

Calendario e orari. Il calendario dei servizi educativi prevede un rientro graduale dei bambini e un orario ridotto fino a venerdì 15 ottobre, con servizio a tempo pieno che sarà disponibile a partire da lunedì 20 settembre. Nel dettaglio la ripresa delle attività sarà così organizzata: da giovedì 9 a venerdì 17 settembre con orario 8 - 12.30 senza servizio pranzo; da lunedì 20 settembre a venerdì 15 ottobre con orario 7.40 - 15.30 con servizio pranzo; da lunedì 18 ottobre orario regolare 7.40 - 16.30, completo di servizio pranzo. Per i bambini nuovi iscritti le modalità di ingresso e uscita saranno stabilite secondo orario concordato con le famiglie. Presso i due Nidi d’Infanzia San Biagio e Albero Verde sarà proposto anche per quest’anno la possibilità dell’orario prolungato fino alle 18.00.

Unità funzionali ridotte ('bolle'). L’organizzazione del servizio anche quest’anno è strutturata attraverso la creazione di 'bolle', ovvero unità funzionali che hanno una loro autonomia in termini di spazio e di stabilità del gruppo, incluso personale educativo e ausiliario Ogni gruppo o sezione, con numero massimo di 25 bambini, occuperà un ambito spaziale unico, con stessi personale educativo e ausiliario. Queste unità avranno totale autonomia per ingressi e uscite, momento del pasto e del riposo, attività e gioco libero, accesso al giardino. In caso di impossibilità a diversificare l’ingresso alla struttura, le entrate e le uscite dei gruppi verranno regolate per non creare assembramenti.

Organizzazione degli spazi. Per l’entrata saranno previste zone di accoglienza e congedo al fine di evitare assembramenti. Verranno privilegiati gli ambientamenti all’aperto, o in alternativa un luogo interno ampio e arieggiato, dove organizzare l’accoglienza e l’ambientamento del bambino. Gli spazi in comune (laboratori – saloni – sala psicomotricità) saranno utilizzati secondo turnazione giornaliera prestabilita da un calendario e in caso di rotazione gli ambienti verranno sanificati e adeguatamente arieggiati. Materiali, giocattoli e libri dovranno essere ad uso esclusivo di ciascun gruppo (sezione). In generale tutti i progetti educativi saranno fortemente caratterizzati dall’educazione all’aria aperta, prevedendo l’opportunità di stare per tempi lunghi in outdoor e investendo sulle potenzialità dello spazio esterno.

Obbligo green pass. Con l’entrata in vigore del decreto legge n. 122/2021 a partire dal giorno 11 settembre 2021 l’obbligo di esibizione del green pass è esteso a chiunque acceda alle strutture dei servizi scolastici ed educativi. L’obbligo viene quindi esteso, oltre che al personale educativo e ausiliario, anche al personale esterno che accede ai nidi e ai genitori dei bambini. Con una nota informativa predisposta dagli uffici dei servizi educativi del Comune di Pisa nella giornata di lunedì, i genitori sono stati avvisati dell’entrata in vigore a livello nazionale dell’obbligo di presentazione del green pass.

Comunicazioni con i genitori. I genitori dei bambini nuovi iscritti sono già stati informati, tramite riunioni con il personale educativo di ogni struttura, in merito all’organizzazione del servizio alla luce della normativa vigente, illustrando l’assetto organizzativo e le prassi di accoglienza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asili nido: al via il nuovo anno educativo, obbligo green pass

PisaToday è in caricamento