rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Parto vaginale: studio pisano dimostra che favorisce una corretta flora batterica nelle vie aeree superiori dei neonati

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Da diversi anni è noto che il parto vaginale, rispetto al taglio cesareo, abbia un effetto protettivo sul feto riguardo allo sviluppo del microbioma intestinale. Tale protezione comporta una netta riduzione del rischio di malattie allergiche o patologie metaboliche nello sviluppo del bambino.

Per la prima volta al mondo, uno studio pisano coadiuvato dal professore Paolo Mannella e dalla professoressa Emilia Ghelardi e pubblicato sulla prestigiosa rivisita Frontier in Cellular and Infection Microbiology, ha dimostrato una diversa composizione del microbioma anche a livello delle vie aeree del neonato al momento della nascita.

Tale scoperta, oltre a supportare la politica regionale della riduzione del tasso di tagli cesarei, dimostra che favorire il parto vaginale permette una corretta colonizzazione da parte del microbiota, garantendo una prevenzione primaria di patologie impattanti nel bambino, già dal travaglio di parto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parto vaginale: studio pisano dimostra che favorisce una corretta flora batterica nelle vie aeree superiori dei neonati

PisaToday è in caricamento