Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Centro Storico / Via San Francesco

Progetto Mura, via San Francesco: la passerella sopraelevata al suo posto

Il camminamento, lungo 12 metri, permette il collegamento del tratto di mura medievali che corre alle spalle della ex Marzotto con quello che prosegue fino alla Piazza delle Gondole. L'opera verrà terminata nel 2014

E' stata collocata questa mattina la passerella sopra via San Francesco, che è dunque tornata a collegare il tratto di mura medievali che corre alle spalle della ex Marzotto con quello che prosegue fino alla Piazza delle Gondole. E’ lunga 12 metri ed è un traliccio ad arco con sezione triangolare variabile. Realizzata, in accordo con la Soprintendenza, dello stesso colore delle ringhiere dei camminamenti. La passarella risolve la questione della continuità delle Mura Urbane, continuità interrotta in quel punto all’inizio del '900, e permette alla 'passeggiata romantica' di unire nel percorso sopraelevato piazza dei Miracoli-Bagni di Nerone-San Zeno- ex Marzotto-piazza delle Gondole-via Garibaldi-San Silvestro. Oltre alla parte aerea, le Mura, restaurate, rivedranno il 'pomerio', l’area di rispetto, interna ed esterna, destinata a diventare una passeggiata nel verde con wi-fi e telecamere. Ora che la passarella è stata montata, si proseguirà con il restauro del tratto di mura che attraversa via Lalli. Per i lavori di questo tratto si prevede il termine entro la fine di marzo.

PROGETTO MURA. Il progetto iniziale, presentato e approvato dalla Regione, sarà concluso entro la fine del 2013. Entro la prima metà del 2014 saranno completati anche il Bastione del Parlascio, quello del Barbagianni e la sistemazione dell’ex area del vivaio Lungo via Vittorio Veneto. Si tratta di tre interventi che saranno finanziati con il ribasso d’asta e che inizialmente non erano inclusi nel progetto.


"Pisa, malgrado una situazione generale pesante nel paese e in Toscana, è in movimento: oggi facciamo il punto sui lavori alle mura urbane, la settimana scorsa lo abbiamo fatto per la rinascita del Giardino Scotto; poi abbiamo presentato, insieme a Sat e Pisamo, il People Mover - ha affermato il sindaco Marco Filippeschi - sabato prossimo sarà la volta dell’entrata dell’acqua nel Porto di Marina; e non si tratta di progetti e sogni ma di realizzazioni che stanno visivamente procedendo. Il progetto Mura non è solo lo strumento per la salvaguardia e riqualificazione di un importante sistema monumentale, ma è un vero e proprio progetto urbano dedicato alla città di Pisa, ai suoi cittadini ed ai suoi ospiti. Un progetto urbano che interpreta, attraverso il percorso delle Mura, il rapporto fra la città storica 'dentro' e quella nuova 'fuori'. Per questo considero il progetto Mura, fra quelli attuati con i PIUSS, quello che meglio esemplifica il rapporto dinamico fra monumenti, recupero, cultura e turismo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto Mura, via San Francesco: la passerella sopraelevata al suo posto

PisaToday è in caricamento