Cronaca

Patologie del pavimento pelvico: al workshop Aoup i maggiori chirurghi asiatici del settore

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Si è appena concluso al Centro congressi dell’Hotel San Ranieri l’annuale workshop dal titolo: “Proctological and pelvic floor disease” (15 e 16 ottobre) organizzato dal dottor Gabriele Naldini e dal professor Tommaso Simoncini, con la presenza di alcuni tra i chirurghi asiatici più conosciuti nel mondo scientifico e della chirurgia proctologica e perineale. Erano infatti ospiti il professor Francis Seow-Choen di Singapore (presidente della Società euroasiatica di chirurgia colorettale)) e il professor Ren Dong-Lin di Guangzhou (presidente della Società cinese di coloproctologia) che hanno portato il loro prezioso contributo al congresso. Tutti, fra cui lo stesso professor Dong- Lin, dopo i due intensi giorni di workshop, hanno gradito l’invito alla seduta operatoria del dottor Naldini, restando favorevolmente impressionati dalla struttura e dalle dotazioni tecnologiche dell’Aoup e auspicando future collaborazioni internazionali.

Nel corso dell’inaugurazione, cui era presente anche il direttore generale Carlo Rinaldo Tomassini, che ha apprezzato la multidisciplinarietà del congresso – caratteristica ormai alla base del nuovo programma di sviluppo della sanità in Toscana – Naldini ha ricordato il suo direttore, il compianto dottor Mauro Rossi, prematuramente scomparso 5 anni fa, ringraziandolo per l’impronta che ha dato alla pratica clinica quotidiana che caratterizza il dipartimento al quale afferisce, fondato sull’estrema specializzazione e la formazione, con una filosofia di lavoro che promuove appunto l’integrazione fra le varie discipline. E infatti il workshop era incentrato non solo sulla patologia proctologica ma anche sulle malattie pluricompartimentali del pavimento pelvico, coinvolgendo svariati specialisti appartenenti al settore della coloproctologia, della ginecologia e dell’urologia. Tra gli argomenti di discussione anche l’utilità della chirurgia robotica che ha condotto ad un approccio innovativo e mini-invasivo della patologia del pavimento pelvico con numerosi vantaggi.

.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patologie del pavimento pelvico: al workshop Aoup i maggiori chirurghi asiatici del settore

PisaToday è in caricamento