Cronaca

Pensioni e 'quota 100': a Pisa aperture straordinarie del patronato Acli

Sabato 9 e sabato 16 febbraio uffici aperti per rispondere a tutte le domande sulla riforma e suggerire la miglior soluzione per chi desidera andare in pensione prima

Il Patronato Acli sarà aperto straordinariamente anche nei giorni di sabato 9 e sabato 16 febbraio per rispondere a tutte le domande sulla 'quota 100' e suggerire la miglior soluzione per chi desidera andare in pensione prima. Dopo l’assalto al centralino dei giorni successivi alla pubblicazione del decreto che introduce la misura (circa 300 chiamate al giorno per la provincia di Pisa) il Patronato invita "ad approfondire anche le altre modifiche sulle diverse misure previdenziali: dalla pensione anticipata ai lavoratori precoci, dall’opzione donna alla proroga dell'ape sociale, fino alle nuove possibilità di riscatto dei contributi".

"La pensione con 'quota 100' - commenta Simone Fulghesu, responsabile del patronato Acli di Pisa - rappresenta una misura del tutto eccezionale per la platea dei potenziali destinatari. Nei primi 2 giorni di applicazione, a livello nazionale, sono già pervenute all'Inps oltre 5mila domande. Il patronato Acli di Pisa mette a disposizione le sue professionalità per dare consulenza e valutare bene ogni posizione previdenziale".

Aggiunge Paolo Martinelli, presidente delle Acli di Pisa: "In una fase come questa, all’indomani di una riforma molto attesa ma anche arrivata insieme a tante informazioni inesatte, le Acli mettono con piacere e passione a disposizione dei lavoratori e dei cittadini le loro competenze per accompagnarli in una delle scelte più delicate della loro vita professionale". Per gestire al meglio l'utenza nei giorni di apertura straordinaria si consiglia di fissare un appuntamento chiamando al centralino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensioni e 'quota 100': a Pisa aperture straordinarie del patronato Acli

PisaToday è in caricamento