rotate-mobile
Cronaca

Firmato il 'Patto per Pisa Sicura', Minniti: "Pisa in cima alla lista per nuovi poliziotti"

Nell'ottica di una sempre maggiore collaborazione fra istituzioni e forze dell'ordine, il ministro dell'Interno ha annunciato anche la presenza in servizio di 10 aggiuntivi Carabinieri antiterrorismo

E' stato rinnovato in Prefettura oggi, 11 gennaio, alla presenza dei vertici istituzionali e delle forze dell'ordine, il 'Patto per Pisa Sicura', il documento programmatico che fissa strategie e linee d'intervento nell'ambito della sicurezza cittadina. Una sicurezza che per il ministro dell'Interno Marco Minniti deve essere "moderna", dove "l'ordine pubblico è uno degli elementi, ma non il solo", con la prioritaria necessità per i soggetti responsabili di "avere un rapporto stretto con il territorio, per promuovere le misure più utili per la tutela dei cittadini".

Al netto del rinnovo del patto, fra i provvedimenti strettamente legati alla sicurezza annunciati per Pisa dal ministro c'è l'operatività già iniziata oggi di aggiuntivi 10 Carabinieri del servizio antiterrorismo, con quindi un rafforzamento diretto del contingente militare che presidia gli obiettivi sensibili di Piazza dei Miracoli, stazione ed aeroporto. Apertura importante poi sul tema di nuove unità di Polizia: "Dopo aver eliminato il blocco del turn over delle forze dell'ordine nella legge di stabilità, il 50% del vuoto degli organici sarà colmato. La formazione degli agenti è in corso, a primavera ci saranno le assegnazioni e Pisa è in cima alla lista".

Minniti ha anche annunciato "l'avvio formale da parte della Prefettura di Pisa della procedura per una nuova sede della Questura. Abbiamo accolto positivamente la proposta che ci è stata formulata, procederemo d'intesa con le realtà locali". Il riferimento è quindi allo spostamento degli uffici nella ex sede della provincia in Piazza Vittorio Emanuele, si attendono le successive manifestazioni di interesse forti dei contatti istituzionali già avviati in questo senso. Ultimo aspetto è l'inserimento di Pisa fra le città dove opera il sistema delle forze di intervento rapido, cioé nuclei dei vari corpi di sicurezza che possono entrare in azione con breve preavviso, con possiblità quindi di attuare servizi di controllo del territorio aggiuntivi e specifici.

Il prefetto Angela Pagliuca ha sottolineato la promozione che il Patto fa della "sicurezza urbana ed integrata, con una rete interistituzionale per la gestione dei territori, fra ordine pubblico e misure di prevenzione. Una collaborazione che vede un'apposita cabina di regia con coinvolti la Prefettura, le forze dell'ordine, gli enti locali e le amministrazioni". A firmare il documento per la Regione Toscana era presente la vicepresidente Monica Barni: "L'obiettivo è sviluppare una comunità civica e democratica per il contrasto della criminalità. In questo senso vanno gli investimenti per la riqualificazione del quartiere della stazione e sulla videosorveglianza".

Il sindaco Marco Filippeschi ha ripercorso le tappe dalla prima stipula dell'accordo, datata 2010, ricordando che "fin dal 2008 promuovevamo le ordinanze contro l'abusivismo commerciale, l'accattonaggio, gli accampamenti abusivi, contro chi sporca la città e la prostituzione in strada. Oggi queste istante sono recepite e fanno parte della legge". "Pisa ha i problemi di città più grandi - ha proseguto il primo cittadino - ha numeri incomparabili rispetto altre realtà, basti pensare ai 50mila studenti, ai 5 milioni di passeggeri dell'aeroporto ed agli altri flussi fra stazione e turismo".

Il ministro Minniti ha quindi riconosciuto che "Pisa ha un valore che va oltre l'essere una città di medie dimensioni. Rappresenta l'Italia e il suo destino: essere visitata. Dobbiamo assicurare la sicurezza senza limitare la fruibilità, un compito non semplice. E' qua che interviene la collaborazione per iniziative specifiche, un'alleanza forte con i Comuni la cui conoscenza del territorio è fondamentale. Non solo per l'ordine pubblico, ma per aspetti come illuminazione, riqualificazione urbana, politiche di integrazione sociale. L'idea del Patto nasce da qua, per una visione della sicurezza non solo più moderna, ma più efficace".

Fuori dalla Prefettura presidio di dissenso

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Firmato il 'Patto per Pisa Sicura', Minniti: "Pisa in cima alla lista per nuovi poliziotti"

PisaToday è in caricamento