Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico

Una 'pattuglia' privata per la vigilanza dei negozi del centro storico

L'idea, lanciata da Confesercenti insieme al corpo Guardie di Città, prevede l'istituzione di una pattuglia con guardia privata che, in vista delle festività natalizie, vigili sulle attività che si trovano lungo l'asse commerciale

Un servizio collettivo di vigilanza privata per le attività commerciali che si trovano lungo l'asse pedonale che va da Corso Italia a via Oberdan, passando per Via di Banchi e Borgo Stretto. E' la proposta lanciata in vista delle imminenti festività natalizie da Confesercenti in collaborazione con il Corpo Guardie di Città. "L’iniziativa - spiega il presidente Confesercenti area pisana Luigi Micheletti - è nata su richiesta degli stessi commercianti e non intende sostituirsi all’importante lavoro svolto da parte delle forze dell’ordine. Tuttavia la maggior parte delle nostre attività sono dotate di sistemi di allarme, videosorveglianza, vetrate ed infissi rinforzati e altri sistemi anti-effrazione, che purtroppo non sempre sono sufficienti a tutelarci quanto vorremmo, anche per la crescente destrezza di coloro che delinquono".

Da qui l’idea di rafforzare il servizio di vigilanza, in una logica collettiva e di condivisione, con un istituto privato. "Ponendosi in un’ottica di integrazione con il lavoro delle forze dell’ordine - prosegue Micheletti - Confesercenti e Corpo Guardie di Città propongono in via sperimentale dal 8 dicembre al 7 gennaio, un servizio collettivo di vigilanza consistente in una pattuglia con guardia privata dedicata all’asse commerciale ogni notte da mezzanotte alle 6 del mattino. In questi giorni stiamo distribuendo una lettera di presentazione dell’iniziativa ai titolari di attività commerciali, per verificarne l’interesse. Il servizio sarà attivato se raggiungeremo un numero sufficiente di adesioni".

"Abbiamo lanciato questa idea per l’asse commerciale del centro - conclude Micheletti - ma siamo pronti a promuovere soluzioni analoghe anche per altre zone qualora gli imprenditori ne facciano richiesta. Crediamo in questo modo di aver raccolto l’invito alla collaborazione che ci avevano rivolto il prefetto e il questore nel comitato dell’ordine pubblico. La nostra disponibilità è totale come immediata era stata quella di individuare nostri referenti per creare un filo diretto tra imprenditori e forze dell’ordine".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una 'pattuglia' privata per la vigilanza dei negozi del centro storico

PisaToday è in caricamento