Pedonalizzazione lungomare di Marina, Confesercenti: "Il sindaco decida, c'è chi ha cambiato idea tre volte"

L'associazione di categoria attacca Confcommercio che pochi giorni fa ha lanciato una nuova proposta per la chiusura al traffico del lungomare

“Spetta al sindaco a questo punto trovare una sintesi tra le varie proposte sul tavolo usando il buon senso. In questa fase crediamo che proprio il buon senso sia fondamentale visto che stiamo parlando di una chiusura con conseguenze su tante attività commerciali, sui residenti e sulla viabilità. Noi siamo stati coerenti su una posizione. Altri nel giro di 10 giorni affermando sempre di parlare a nome della maggioranza, hanno cambiato idea almeno tre volte”. A parlare è Alessandro Cordoni, presidente Confesercenti Litorale, che torna sul dibattito sulla chiusura del lungomare di Marina di Pisa chiedendo all’amministrazione di tirare la fila per giungere ad una soluzione.

“La nostra posizione è stata coerente e soprattutto frutto di un dialogo con tutti i soggetti interessati: commercianti, pubblici esercizi e residenti - spiega Cordoni - non si può infatti pensare di adottare un provvedimento accontentando solo una parte di questi soggetti senza considerare gli altri. Per questo la nostra posizione, che non è mai cambiata, è secondo noi la giusta sintesi. Chiusura del lungomare dalle 17, dal lunedì al venerdì, per un periodo di prova di 10 giorni; stop alle auto invece dalle 12 del sabato fino alle 1 di lunedì. 10 giorni per far provare sul campo agli operatori i vantaggi o gli eventuali svantaggi del provvedimento. Provvedimento che viene incontro alle esigenze di tutti gli imprenditori e non solo dei pubblici esercizi”.

Il presidente Confesercenti Litorale commenta l’ultima proposta presentata al Comune da Confcommercio. “La terza nel giro di due settimane visto che prima proponevano la chiusura totale, poi dalle 12 e ora alle 17 con fasce alterne che finiscono per creare un caos anche organizzativo. Tutto questo, ad esempio, senza considerare le ripercussioni sulla viabilità interna che non sembra essere in grado di sostenere il peso del traffico soprattutto al ritorno dal mare”. La conclusione di Alessandro Cordoni: “Nel caso poi che l’amministrazione voglia accogliere la richiesta di chiusura di via Maiorca alle 19,30, riteniamo incomprensibile a quel punto un orario differenziato per questa strada ed il lungomare. Sarebbe quindi logico uniformare la chiusura direttamente alle 19.30 per creare un unico percorso pedonale”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pisa usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, "Toscana da domenica zona arancione"

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Nuovo Dpcm, più libertà per gli spostamenti tra comuni: le proposte dalla Toscana

  • Comune di Pisa: nuovi bandi per assumere un falegname, un elettricista e un agronomo

  • Dpcm Natale 2020, il decreto legge che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

Torna su
PisaToday è in caricamento