Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Piazza dei Cavalieri

Pedonalizzazione Santa Maria, i residenti denunciano: "Niente è stato fatto"

Dal comitato di quartiere vengono lanciate accuse sul mancato rispetto dei patti da parte dell'amministrazione comunale: erano stati stabiliti una serie di punti da realizzare prima della pedonalizzazione dell'area. L'intervento dell'assessore Gay

Tornano a scricchiolare i rapporti tra i residenti di Santa Maria e l'amministrazione comunale di Pisa sulla vicenda della pedonalizzazione di via Santa Maria. Dal comitato infatti lamentano il mancato rispetto delle promesse fatte dal Comune, nell'ambito dell'accordo sul "Progetto di riqualificazione ambientale Area Duomo” stipulato in data 24 maggio 2013. "La pavimentazione di via Santa Maria è stata annunciata dall'assessore Serfogli per il mese di settembre – ottobre, ma manca ancora il previsto cronoprogramma degli interventi" affermano i residenti che sottolineano come non sia stata ancora data attuazione a tutti gli interventi preliminari che avrebbero dovuto fare da apripista alla effettiva pedonalizzazione di via Santa Maria, ovvero la revisione della ZTL, il potenziamento delle aree di sosta, miglioramenti in tema di ordine pubblico e sicurezza e le misure per la vivibilità del quartiere. "Si confermano i dubbi degli aderenti al Comitato 
rispetto allo scopo vero della pedonalizzazione, che non risulterebbe essere tanto quello di riqualificare il quartiere di S. Maria nell’ambito del progetto 'Pisa città che cammina', ma piuttosto quello di favorire finalità unicamente commerciali - affermano ancora dal comitato - vengono imposti, infatti, gravi limitazioni ai diritti dei residenti con il risultato di trasformare alcune delle strade più belle del centro storico in veri e propri perenni bivacchi a cielo aperto, favorendo un turismo consumistico e contribuendo così a disturbare la quiete, il riposo, la sicurezza dei cittadini".

Se i residenti plaudono all'ordinanza anti-alcol emessa dal prefetto, dall'altra parte sottolineano come l'intervento sia ancora insufficiente a garantire la sicurezza della zona e chiedono più controlli, più eventi e l'installazione di telecamere, mentre denunciano di non avere notizie per quanto riguarda il regolamento comunale per l'occupazione del suolo pubblico nel centro storico.
Ma è anche contro la mancata messa in atto delle modifiche alla viabilità che gli abitanti puntano il dito. "Nonostante in un paio di incontri siano state concordate tra il comitato e l’assessore Gay ragionevoli modifiche all’ordinanza n. 486 che disciplina l’accesso alla ZTL, nel senso della riduzione delle autorizzazioni, ad oggi nessun provvedimento, che recepisca tali indicazioni, è stato emanato - evidenziano dal comitato - così come non è stato preso alcun provvedimento per il potenziamento delle aree di sosta per i residenti". A questo si aggiunge il capitolo sulle modifiche alla viabilità ed al trasporto pubblico. "Illustrate dell'assessore Gay all'assemblea del Ctp 6 del 20 marzo e sulla stampa locale, non hanno ancora trovato attuazione le modifiche alla circolazione delle auto e dei mezzi pubblici nella zona nord del centro storico, a partire dal mese di maggio, con transito della linea 4 e della navetta E da via San Lorenzo, via Consoli del Mare, piazza dei Cavalieri, via dei Mille, piazza Cavallotti, con inversione dei sensi di marcia e nuovi sensi unici - affermano i cittadini - nessuna comunicazione si registra sulla nuova linea di autobus, richiesta dal comitato, di collegamento andata e ritorno con la stazione ferroviaria di Pisa centrale".

"Non capisco dove stia il problema - afferma l'assessore alla mobilità del Comune di Pisa David Gay, da noi interpellato in merito - ci sono alcuni ritardi, dovuti a problemi tecnici da parte degli uffici, per quanto riguarda i cambiamenti alla viabilità e le modifiche alla ZTL, ma non vedo cosa cambi ai residenti se la nuova viabilità entrerà in funzione a giugno piuttosto che a maggio. L'importante è che sia possibile testarla prima della pedonalizzazione di via Santa Maria, in modo da individuare eventuali criticità e avere il tempo di intervenire, ma la pedonalizzazione non avverrà prima di settembre-ottobre quindi non c'è fretta. Confermo comunque l'attivazione delle modifiche alla viabilità in estate".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedonalizzazione Santa Maria, i residenti denunciano: "Niente è stato fatto"

PisaToday è in caricamento