Via Maiorca, Confcommercio insiste: "Pedonalizzare si può"

L'associazione ha raccolto le testimonianze di alcuni esercenti favorevoli al provvedimento

"I commercianti, alla quasi unanimità, vogliono la pedonalizzazione serale di via Maiorca: ad oggi non esistono autentici motivi per impedirla, speriamo che l'amministrazione comunale ascolti la richiesta degli imprenditori". E' il direttore di ConfcommercioPisa Federico Pieragnoli ad insistere sulla necessità di rendere pedonale, a partire dalle 20, il tratto di strada a più alta intensità di attività commerciali di Marina di Pisa. L'ipotesi è stata al momento già esclusa dall'assessore Dringoli

"Andiamo avanti spediti, perché la stagione è già iniziata e abbiamo bisogno di portare gente su via Maiorca, abbiamo bisogno di farci vedere - è la richiesta di Marco Spinnato del The Burger Point - con la pedonalizzazione creeremo degli ambientini simpatici e accoglienti. E' già un anno che siamo qui, abbiamo investito tanti soldi e abbiamo necessità di portare a casa i frutti del nostro investimento".

Fabio Stefanini del ristorante Vento in Poppa è molto favorevole alla proposta: "Dalle 20 alle una non vedo a chi possa creare problemi la chiusura di via Maiorca. Per noi è fondamentale, si creerebbe l'occasione per una passeggiata al pari di quella del lungomare, dal porto fino alla piazza e so che molte attività con la chiusura serale potrebbero decidere di restare aperte con orario prolungato".

"Con la riqualificazione della piazza, la pedonalizzazione sarebbe il principio per un rilancio di tutta Marina di Pisa - aggiunge Matteo Canolla della Vecchia Marina - ho rilevato questa attività lo scorso 29 febbraio e pochi giorni dopo l'ho chiusa per il lockdown: adesso siamo ripartiti, e io sono favorevole a pedonalizzare dal porto di Pisa fino a tutto il lungomare, immaginando una passeggiata davvero unica nel suo genere".

"Noi andiamo avanti, perché tutto parte da una necessità lavorativa e nessuno vuole essere contro nessuno, ma siamo tutti a favore di Marina di Pisa. Se chi è deputato a questo, dice che tecnicamente la cosa non presenta ostacoli insormontabili, noi chiediamo di poter lavorare tutti di più e meglio" conclude Andrea Bottai della pasticceria La Sirenetta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto dal 16 gennaio: prosegue lo stop agli spostamenti tra regioni

  • Toscana zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 16 gennaio

  • Bonus mobili 2021, come ottenere le detrazioni: i requisiti

  • Coronavirus in Toscana: 379 nuovi casi positivi

  • Coronavirus, le palestre GimFive in protesta: anche a Pontedera struttura aperta il 15 gennaio

  • Pisa S.C., vicina la svolta: il magnate russo Knaster vuole acquistare il club

Torna su
PisaToday è in caricamento