Pedonalizzazioni a Marina di Pisa: l'assessore fa il punto sulla sperimentazione

Massimo Dringoli ricorda che la misura per il lungomare potrà essere modificata dal 17 luglio, mentre per via Maiorca è più difficile fare variazioni

L’assessore all’urbanistica e alla mobilità di Pisa Massimo Dringoli interviene sui progetti di pedonalizzazione in fase di sperimentazione e di studio a Marina di Pisa, tema dibattuto ed affrontato in questi giorni dalle associazioni di categoria ed anche dal gruppo di esercenti Futuro Horeca Pisa

"Il recente provvedimento di pedonalizzazione del Lungomare di Marina dalle ore 17 alle ore una dal lunedì al venerdì e dalle ore 12 alle ore una il sabato e la domenica - analizza l'assessore - ha provocato sia commenti favorevoli che di opposta tendenza. Riteniamo opportuno ricordare che si tratta di un provvedimento sperimentale, attuato proprio per capire quale sia la soluzione migliore e quindi modificabile dopo il 17 luglio. Alla pedonalizzazione del litorale è seguita anche la presentazione di proposte per provvedimenti analoghi, sia pure con orari diversi, per via Maiorca".

"Per la strada di accesso a Marina - prosegue Dringoli - è stata verificata, per ora solo sulla carta e con sopralluoghi, la possibilità di attuazione di tale proposta, limitata all’orario dalle 20 alle una. Questa proposta di pedonalizzazione comporterebbe certamente condizioni più favorevoli a quegli esercizi commerciali affacciati su via Maiorca che potrebbero occupare anche la sede stradale nelle ore di chiusura al traffico, e potrebbe risultare gradita anche ai residenti sulla stessa strada, che nelle prime ore notturne non dovrebbero subire il rumore e l’inquinamento del traffico. Ma la chiusura della strada comporterebbe uno stravolgimento della circolazione veicolare, che sarebbe notevolmente intensificato su via Don Mander, via Ivizza e nel tratto iniziale di via dell’Ordine di Santo Stefano, dove dovrebbero anche essere tolti tutti gli stalli di sosta (almeno 160) per consentire le necessarie variazioni ai percorsi e alle fermate degli autobus, di cui è richiesto invece l’incremento nelle ore notturne, con il programma 'vista mare'".

"Il provvedimento di pedonalizzazione di via Maiorca - conclude Dringoli - richiederebbe dunque in primo luogo un nuovo studio della sosta nella parte nord di Marina, attuabile in modo definitivo solo quando saranno portati a termine i programmi previsti per il recupero dell’area ex Gea e di piazza Viviani. In attesa della programmazione di questi interventi, per l’estate 2020 si potrà soltanto avviare una fase di sperimentazione, da attuare in qualche fine settimana a partire dalla seconda metà di luglio, per verificare gli effetti del provvedimento di chiusura della strada al traffico. Sia prima delle sperimentazioni che prima di rendere operativo questo tipo provvedimento, si renderà necessario un nuovo confronto con i gestori del Trasporto Pubblico Locale e con la Polizia Municipale per definire i dettagli dell’operazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pisa usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e sovraffollamento, nuova ordinanza: positivi inviati in albergo

  • Spiagge di ghiaia a Marina, alga tossica 6 volte oltre i limiti: "Fate attenzione"

  • Scuola, nuovo incontro per la ripartenza: si va verso il prolungamento della didattica a distanza

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più e zero decessi nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più: a Pisa giornata da zero nuovi contagi

  • Coronavirus in Toscana: 19 nuovi casi, ultimo paziente in terapia intensiva

Torna su
PisaToday è in caricamento