Pesci morti in Arno: controlli Usl in corso, la causa è il maltempo

Il sindaco di Calcinaia aggiorna sulla situazione: "Con l'aumento di fango per l'alluvione si riduce l'ossigeno in acqua"

La prima spiegazione per il macabro spettacolo dei pesci morti in Arno a Calcinaia è il maltempo. Il caso è emerso nella mattinata di oggi, 29 luglio, dalle prime segnalazioni giunte dalla cittadina, ma interessa anche i comuni limitrofi. L'amministrazione comunale si è subito mossa per capire e risolvere il problema.

E' il sindaco Cristiano Alderigi ad informare che "la Usl è già sul posto per fare accertamenti. Le prime fonti ascoltate indicano la causa strettamente legata all'alluvione nell'aretino che, aumentando la massa di fango nel fiume, ha tolto ossigeno ai muggini che, infatti, paiono i soli pesci colpiti dal fenomeno". "La piena di pesci è già transitata da Firenze - conclude il primo cittadino - e in 10/12 ore passerà da qui oltrepassando definitivamente il nostro territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Residente a Pisa in quarantena: è entrato in contatto con l'uomo positivo a Pescia

  • Coronavirus: negativi i test effettuati

  • Coronavirus: a Cisanello diversi casi in valutazione

  • Coronavirus: in Toscana due casi sospetti positivi in attesa di validazione

  • Coronavirus: le nuove misure varate oggi dalla Regione

  • Coronavirus, caso sospetto a Firenze: positivo il secondo tampone su un uomo

Torna su
PisaToday è in caricamento