Peccioli, pesci morti nell'Era: colpa di un depuratore

Su segnalazione della Polizia Arpat ha effettuato un sopralluogo ed eseguito le analisi, accertando il malfunzionamento di un depuratore. L'impianto è controllato da Acque spa 3-4 volte alla settimana e telecontrollato per avarie

Foto Arpat

L'allerta ad Arpat è scattato lo scorso 1 agosto, quando il dipartimento di Pisa è stato avvisato dalla Polizia provinciale di una morìa di pesci lungo il fiume Era. Il sopralluogo effettuato a Peccioli ha riscontrato che lo scarico del depuratore era scuro con odore di rifiuti, con 50 metri più a valle la presenza di numerosi pesci morti di taglia medio-piccola. A monte dello scarico invece l'acqua di presentava pulita.

Raccolti gli opportuni campioni per le analisi è stato poi accertato che presso l'impianto di depurazione era attivo il by-pass in ingresso dei reflui non depurati e le acque defluivano senza passare dall'impianto, nel condotto in cemento nel quale si immette anche lo scarico finale del depuratore. Nel pozzetto di arrivo la paratia a monte della griglia è poi risultata ostruita, in modo tale che non consentiva il passaggio di parte dell'acqua destinata all'impianto.

L'impianto non è presidiato, ma controllato circa 3/4 volte la settimana dal personale di Acque spa ed è telecontrollato per le eventuali avarie elettromeccaniche dei macchinari installati.

LA SPIEGAZIONE. Acque spa riferisce che il depuratore di Peccioli è un impianto di trattamento di reflui urbani di tipo biologico a fanghi attivi provenienti dalla fognatura mista di Peccioli-capoluogo. A seguito del temporale del tardo pomeriggio di sabato 1 agosto si è verificato un repentino e forte innalzamento delle acque in entrata del depuratore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Come accade normalmente per gli impianti dotati di scolmatore di piena, necessario a regolare le portate dei reflui, preservare la funzionalità e l'efficienza dell'impianto, è entrato in funzione il sistema di by-pass con conseguente sversamento della parte eccedente di acque reflue nel fiume Era. Anche la parziale occlusione della griglia in ingresso è da attribuire all'improvviso dilavamento delle fognature e non certo ad un malfunzionamento impiantistico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 28 anni in un incidente in moto in autostrada

  • Colta alle spalle e rapinata di notte in via Notari: due arresti, si cerca il terzo

  • Incidente stradale lungo l'Aurelia: un morto e tre feriti

  • Ragazza investita a Marina di Pisa: arrestato il pirata della strada

  • In arrivo piogge e temporali in Toscana: emessa allerta meteo

  • Coronavirus in Toscana, 10 nuovi casi: 3 in più nel pisano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento