Peccioli, pesci morti nell'Era: colpa di un depuratore

Su segnalazione della Polizia Arpat ha effettuato un sopralluogo ed eseguito le analisi, accertando il malfunzionamento di un depuratore. L'impianto è controllato da Acque spa 3-4 volte alla settimana e telecontrollato per avarie

Foto Arpat

L'allerta ad Arpat è scattato lo scorso 1 agosto, quando il dipartimento di Pisa è stato avvisato dalla Polizia provinciale di una morìa di pesci lungo il fiume Era. Il sopralluogo effettuato a Peccioli ha riscontrato che lo scarico del depuratore era scuro con odore di rifiuti, con 50 metri più a valle la presenza di numerosi pesci morti di taglia medio-piccola. A monte dello scarico invece l'acqua di presentava pulita.

Raccolti gli opportuni campioni per le analisi è stato poi accertato che presso l'impianto di depurazione era attivo il by-pass in ingresso dei reflui non depurati e le acque defluivano senza passare dall'impianto, nel condotto in cemento nel quale si immette anche lo scarico finale del depuratore. Nel pozzetto di arrivo la paratia a monte della griglia è poi risultata ostruita, in modo tale che non consentiva il passaggio di parte dell'acqua destinata all'impianto.

L'impianto non è presidiato, ma controllato circa 3/4 volte la settimana dal personale di Acque spa ed è telecontrollato per le eventuali avarie elettromeccaniche dei macchinari installati.

LA SPIEGAZIONE. Acque spa riferisce che il depuratore di Peccioli è un impianto di trattamento di reflui urbani di tipo biologico a fanghi attivi provenienti dalla fognatura mista di Peccioli-capoluogo. A seguito del temporale del tardo pomeriggio di sabato 1 agosto si è verificato un repentino e forte innalzamento delle acque in entrata del depuratore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Come accade normalmente per gli impianti dotati di scolmatore di piena, necessario a regolare le portate dei reflui, preservare la funzionalità e l'efficienza dell'impianto, è entrato in funzione il sistema di by-pass con conseguente sversamento della parte eccedente di acque reflue nel fiume Era. Anche la parziale occlusione della griglia in ingresso è da attribuire all'improvviso dilavamento delle fognature e non certo ad un malfunzionamento impiantistico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, approvato il decreto scuola: ecco cosa cambia

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • In Toscana scatta l'obbligo delle mascherine: chi deve indossarle e in quali occasioni

  • Lutto nella sezione Aia di Pisa: muore a 41 anni Gennaro D'Archi

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

  • Auto fuori strada lungo l'Arnaccio: muore 25enne

Torna su
PisaToday è in caricamento