rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

In Consiglio comunale arriva il via libera al nuovo piano del commercio

Una nuova collocazione per le bancarelle del Duomo, un mercato al Cep e la fiera del libro tra le novità del piano

E' stato approvato ieri dal Consiglio Comunale di Pisa il piano e il regolamento comunale per l’esercizio delle attività commerciali su aree pubbliche.
I consiglieri a favore sono stati 18, 9 invece i contrari. Hanno votato a favore i consiglieri di maggioranza della Lega, Fdi e Fi. Contro i consiglieri di minoranza del Pd, Veronese (Patto Civico), Auletta (Diritti in Comune) e M5S.
Uno dei temi di maggiore polemica è stata la futura collocazione delle bancarelle del Duomo che saranno dislocate in Largo Cocco Griffi, via Contessa Matilde, piazza Manin, nell'area prospiciente via Cammeo, in una porzione di via S. Maria, in una porzione di via Cardinale Maffi, nel parcheggio scambiatore via Pietrasantina, nel parcheggio scambiatore adiacente il ristorante universitario di via Cammeo.

Oltre alla vicenda delle bancarelle del Duomo, il nuovo piano del commercio, prevede, in sintesi, un nuovo mercato al Cep (in prossimità della Chiesa), l’ampliamento del mercato di quello di Pisanova (anche in previsione della ultimazione delle Torri), l’eliminazione dei posteggi degli ambulanti non più utilizzati, nuove misure per incentivare la vendita dei prodotti della filiera corta per i mercati di piazza delle Vettovaglie e di quello di San Martino, una nuova Fiera del libro, oltre al rilancio della Fiera dell’antiquariato e della Fiera di Natale.  

Il nuovo piano del commercio: i dettagli

"Abbiamo finalmente dato alla città uno strumento concreto di pianificazione di un settore che non era aggiornato da vent’anni. Dal 2001, infatti, anno dell’ultimo Piano, è cambiato il mondo, così come il sistema del commercio e le abitudini dei consumatori. Era pertanto necessario ridefinire il settore per permettere alle imprese di poter pianificare le loro attività, garantendo regole certe anche per fare investimenti in favore della qualità. Al contempo, ne gioveranno i cittadini pisani che potranno avere un’offerta sempre più all’altezza delle loro necessità - commenta il sindaco Michele Conti - mi auguro che la nuova programmazione del commercio ambulante possa contribuire a rafforzare quel rapporto di fiducia tra cittadini e sistema del commercio che a Pisa ha una lunga e consolidata tradizione, e che è complementare con il commercio fisso, garantendo un servizio ad alcune fasce di popolazione, penso ai più anziani, e in alcune zone della città non completamente coperte dalla rete dei negozi. Anche per questo è stato previsto un nuovo appuntamento settimanale al CEP. Con questo documento, che tiene conto dell’interesse collettivo, trova risposta anche la questione del mercato storico del Duomo, che si inserirà in un contesto di riqualificazione complessiva della zona adiacente dell’area monumentale, al di fuori della quale troveranno collocazione i banchi dei commercianti, come previsto anche dal Piano di gestione Unesco adottato recentemente dalla nostra amministrazione".
"Adesso lavoriamo al prossimo passo, cioè alla proposta, da approvare entro il mese di marzo, per il contingentamento delle licenze in centro storico nelle zone A e B individuate dall’apposito regolamento" conclude Conti.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Consiglio comunale arriva il via libera al nuovo piano del commercio

PisaToday è in caricamento