menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il rendering di quello che sarà il futuro Parco della Cittadella

Il rendering di quello che sarà il futuro Parco della Cittadella

Verde pubblico, verso un nuovo piano: 15 milioni di euro da qui al 2025

Nuovi parchi attrezzati, orti urbani e 6mila alberi in più sul territorio comunale. Prima di approdare in Consiglio comunale il progetto sarà discusso nei vari quartieri con Ctp e associazioni

Cinque nuovi parchi attrezzati, 6mila alberi in più e la creazione di nuovi orti urbani (oltre alla valorizzazione di queli già esistenti). Il tutto 'interconnesso', soprattutto per quanto riguarda gli aspetti relativi alla mobilità, in modo da garantire la possibilità di raggiungere facilmente le nuove aree verdi. Presentato questa mattina, giovedì 9 giugno, durante il convegno internazionale che si è svolto agli Arsenali Repubblicani intitolato 'Pisa 3.0 - La Forestazione urbana - Piantare alberi per mettere radici', il Masterplan del verde del Comune di Pisa.

"Un piano del valore complessivo di 15milioni di euro - ha spiegato il vicesindaco e assessore al Verde pubblico Paolo Ghezzi - su cui stiamo lavorando da circa un anno e mezzo e che ha l'obiettivo di guardare al futuro, con prospettive temporali che arrivano fino al 2025. Quella che abbiamo presentato oggi è una prima proposta, ci sarà poi un percorso partecipato che coinvolgerà nei prossimi mesi i Ctp e le associazioni, con incontri nei quartieri per illustrare e discutere i punti del piano. Le indicazioni che raccoglieremo serviranno per rivedere il masterplan e presentare poi il progetto complessivo in Consiglio Comunale, con proposte temporali precise e ipotesi di finanziamento".

Per quanto riguarda i finanziamenti "l'idea - ha detto Ghezzi - è quella di mettere da parte ogni anno risorse dell'Amministrazione, cercando poi di andare a cercare finanziamenti europei attraverso specifici bandi che riguardano le infrastrutture verdi. Non è poi esclusa la partecipazione di soggetti terzi per opere specifiche".

COSA E' STATO FATTO. Nel Comune di Pisa, escluso il territorio del Parco di San Rossore, ci sono complessivamente circa 15.500 alberi. "Innanzi tutto - ha continuato Ghezzi - ogni albero è stato georeferenziato e catalogato in base alle sue caratteristiche. Per ognuno è poi stata fatta un'analisi fitosanitaria realizzata in collaborazione con l'Università di Pisa. Questo ci ha permesso di individuare circa 400 alberi che andranno abbattutti in tempi rapidi, perchè diventati pericolosi. A questi se ne aggiungono circa altri mille per cui andranno fatti ulteriori approfondimenti. Le restanti 14mila piante verrannno invece mantenute e implementate".

DA QUI AL 2025: COSA SUCCEDE. Ogni albero pericolante verrà sostituito con nuove piante. "Gli alberi piantati - ha proseguito ancora Ghezzi - saranno però molti di più: l'obiettivo è infatti quello di arrivare al 2025 con 21.500 alberi, 6mila in più diu quelli attuali. Realizzeremo poi quattro nuovi parchi: quello di Cisanello, della Cittadella, dei Passi e un nuovo parco in zona Piagge. A questi si potrebbe poi aggiungere quello della Cittadella Aeroportuale. Inoltre si prevede la possibilità di creare delle zone boschive urbane in varie quartieri della città. L'idea, in questo caso, è quella di crearne una ogni anno: il primo dovrebbe essere a Porta a Lucca, nell'area di via Falcone".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'Azalea della Ricerca Airc a Pisa per la Festa della Mamma

social

Festa della mamma, cinque idee regalo per tutti i gusti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento