Una piantina in omaggio a chi dona sangue

E' l'iniziativa dell'Azienda Agricola Chiarappa di San Giuliano Terme che, come le altre aziende del settore florovivaistico, sta vivendo un momento di grande difficoltà a causa dell'emergenza Covid-19

“#Lacampagnadona. Hai donato, ecco un dono per te”. Questo è il titolo e il messaggio dell’iniziativa lanciata dall’Azienda Agricola Chiarappa Giovanni e C. SS di San Giuliano Terme, insieme a Coldiretti Pisa, Avis, Fratres, Pubblica Assistenza, Croce Rossa e l'Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana, per le centinaia di persone che in questi giorni hanno raccolto l’appello nazionale alla donazione di sangue. 

Dal 27 marzo al 12 aprile ad ogni persona che si recherà al Centro Trasfusionale di Cisanello per donare il proprio sangue e al personale ospedaliero che l'assiste, verrà regalata una piantina dell’Azienda Chiarappa. Una piantina inoltre verrà donata a tutti i volontari e le volontarie delle associazioni che si occupano di assistenza sul territorio.

"Le aziende agricole florovivaistiche sono state escluse dalle attività essenziali previste nel nuovo Decreto anti Covid-19. Una decisione che sta mettendo in ginocchio migliaia di aziende in tutta Italia, costrette a dover gettar via milioni di piantine. Ma l’Azienda Agricola Chiarappa Giovanni e C. SS di San Giuliano Terme ha deciso di non farlo, e ha scelto invece di salvarle dal macero e affidarle a persone che già conoscono bene il significato di concetti come cura e solidarietà" sottolineano da Coldiretti. 

Un modo per dire grazie nonostante la difficile situazione, che per le aziende floricole rischia davvero di essere un punto di non ritorno. "Andiamo a donare il sangue - esorta il presidente di Coldiretti Pisa Fabrizio Filippi - è una scelta di grande responsabilità civile. Una piantina è poca cosa di fronte all’importanza di questo gesto, ma è importante far riflettere sul lavoro di cura che c’è dietro a una semplice primula. L’azienda Chiarappa - aggiunge - come altre centinaia nella sua situazione, sta vivendo una situazione drammatica. Le piante non possono aspettare la fine del blocco delle attività produttive. Eppure ogni giorno hanno continuato a innaffiarle, curarle e crescerle: per questa ragione hanno deciso di regalarle a chi dona il sangue. Prendersi cura significa anche questo". 

"I nostri fiori sono un simbolo di fragilità - aggiunge Giacomo Chiarappa, titolare dell’azienda insieme alla moglie, al padre e alle tre sorelle - hanno bisogno di attenzione ogni giorno dell’anno e non ci verrebbe mai in mente di abbandonarli. Ma di affidarli in buone mani sì. Ed è ciò che abbiamo voluto fare. Chi dona fa la propria parte per migliorare le cose, e sentiamo che è importante ringraziare come possiamo". 

Grazie alla disponibilità dell’Aoup verrà allestito un gazebo nel piazzale di fronte al Centro Trasfusionale di Cisanello (Edificio 2 C). Chiunque andrà a donare potrà ritirare autonomamente la propria piantina, accompagnata da un piccolo ringraziamento dei soggetti promotori dell’iniziativa. A questa iniziativa si affianca anche la più ampia collaborazione con Croce Rossa, Pubblica Assistenza e Misericordia  per omaggiare tutti i volontari e le volontarie delle tre Associazioni impegnati su più fronti nell'assistenza sul territorio. Sulle ambulanze, per strada, portando la spesa o i farmaci al domicilio delle persone fragili: sono solo alcuni degli ambiti in cui operano senza sosta i volontari delle associazioni. Anche a loro, ogni giorno, è dedicato un pensiero floreale che potranno ritirare presso le proprie sedi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto travolge tavoli e clienti di una pizzeria in via dell'Aeroporto

  • Acqua potabile, dal 1° luglio scatta il divieto di uso improprio

  • Meteo, il gran caldo ha i giorni contati: torna il maltempo

  • Cede controsoffitto all'interno dell'ospedale Cisanello

  • Coronavirus in Toscana: 5 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

  • Come richiedere la carta d'identità elettronica a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento