Picchiato e derubato dietro l'ufficio postale centrale: pluripregiudicato denunciato per rapina

L'episodio sarebbe avvenuto in via Queirolo nel pomeriggio di martedì. La Polizia ha raccolto la testimonianza della vittima una volta sul posto

Malmenato e derubato dietro l'ufficio postale centrale. E' quanto ha denunciato un cittadino tunisino, una volta che sul posto, in zona piazza Sant'Antonio, è intervenuta la Polizia avvisata da un passante.

I fatti risalirebbero a ieri pomeriggio, 1 ottobre. La chiamata al 113 parlava di una rissa fra stranieri in via Queirolo, con uno degli aggressori che sarebbe stato in possesso anche di un coltello. Le volanti, arrivare dopo poco sul luogo indicato perché già di pattuglia, non hanno trovato riscontri immediati ed hanno cominciato a cercare tracce di quanto accaduto. Ed è così che gli agenti sono stati fermati dalla vittima. 

L'uomo ha quindi riferito agli operatori che alcuni suoi connazionali, dopo averlo accerchiato sotto i loggiati delle Poste dietro l'edicola di via Benedetto Croce, lo hanno percosso, minacciato con un coltello e portato via lo zaino con dentro i documenti. Durante l'aggressione ha riportato lievi ferite superficiali alle braccia e su un fianco.

Continuando a cercare in zona, le volanti hanno rintracciato due persone di origini magrebine che secondo le informazioni raccolte potrebbero essere ricollegate ai fatti segnalati poco prima. Sono risultate essere entrambe pluripregiudicate per reati contro il patrimonio e contro la persona. I due sono stati fermati e accompagnati in Questura per i dovuti approfondimenti: uno di loro è stato denunciato a piede libero per rapina, perché sicuramente rispondente alle descrizioni fornite dai testimoni e dalla persona offesa. 

Sono ora in corso ulteriori approfondimenti per accertare quanto emerso. Nel frattempo sono stati adottati i provvedimenti di espulsione dal territorio nazionale, con l'immediato accompagnamento al Centro di Rimpatri di Bari avvenuto in tarda serata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, "Toscana da domenica zona arancione"

  • Nuovo Dpcm, più libertà per gli spostamenti tra comuni: le proposte dalla Toscana

  • Dpcm Natale 2020, il decreto legge che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Comune di Pisa: nuovi bandi per assumere un falegname, un elettricista e un agronomo

  • Toscana zona arancione: Giani firma una nuova ordinanza

  • Nuovo Dpcm, Conte: "Costretti a ulteriori restrizioni per evitare terza ondata"

Torna su
PisaToday è in caricamento