Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Maltempo, situazione peggiore del previsto: l'Arno fa di nuovo paura

Una riunione notturna in Prefettura per far fronte ad uno scenario cambiato rispetto a quello di lunedì sera. Difficoltà del mare a ricevere. Segui gli aggiornamenti in diretta, minuto per minuto

Foto Giulia Romeni

Sembrava tutto tranquillo, ma nella notte le condizioni sono peggiorate ed è stato necessario un vertice in Prefettura per decidere il da farsi visto che il livello dei fiumi, Arno compreso, è più alto del previsto e si presenta uno scenario simile a quello dello scorso 31 gennaio.

Ecco gli aggiornamenti in diretta:

ORE 21. Arno stabile a Pisa (4,93 metri), in calo a Pontedera e a San Giovanni alla Vena.
Scuole aperte domani a Pisa e Pontedera.

ORE 20. L'Arno a Pisa resta a stabile (4,96 metri). Nel pomeriggio ha toccato quota 4,98, raggiungendo così il livello più alto degli ultimi 22 anni (nel 1992 raggiunse i 5,30 metri). Il vento ha girato a Grecale, più favorevole per la ricezione dell'acqua da parte del mare. Situazione sotto controllo anche se il fiume resterà ancora sorvegliato nella notte.

ORE 19.44. A Volterra approvati i lavori di somma urgenza: 47 frane e smottamenti.

ORE 19.30. Notizie positive dal Consorzio di Bonifica Versilia Massaciuccoli: nonostante siano piovuti in modo costante 60 mm in media su tutto il comprensorio e gli invasi fossero pieni, la rete ha retto bene e non si sono registrati danni, rotture o problematiche. In funzione le idrovore in tutto il comprensorio. Squadre di operai e tecnici hanno verificato tutte le segnalazioni e posto in atto le operazioni necessarie per favorire il deflusso dell’acqua. Il Serchio ha raggiunto quasi i 500 metri cubi al secondo a Vecchiano, dove sono stati distribuiti ieri 150 ballini di sabbia. Sono state chiuse le paratoie di Avane e Filettole per evitare il riflusso dell’acqua del Serchio verso gli abitati.  
Per quanto riguarda il Consorzio di Bonifica Auser Bientina, il maltempo ha causato tracimazioni a Bientina, mentre sono stati due giorni d’intenso lavoro anche per la cassa d’espansione naturale del Rio Botrione, tra Altopascio e Castelfranco di Sotto.

ORE 18.15. Scuole regolarmente aperte domani a Pontedera.

ORE 18. Arno stabile. Leggero libeccio che potrebbe ostacolare il defluire delle acque nel mare.

ORE 17.30. Agricoltura (di nuovo) in ginocchio: il grido d'allarme di Coldiretti

ORE 17. Arno ancora stabile a 4.94 metri.

ORE 16.15. L'Arno a Pisa non scende (metri 4.98 alle ore 16, sette cm in più rispetto alla piena del 31 gennaio): non ci sono comunque preoccupazioni.Schermata 02-2456700 alle 16.47.50-2

ORE 16. Per la piena dell'Arno impegnati 115 militari della Brigata 'Folgore'.

ORE 15.15. Senza criticità la piena a Pontedera, qui il rischio ora, come scrive lo stesso sindaco Simone Millozzi su Fb, è rappresentato dalla "tenuta delle arginature in terra per il rischio di collasso dovuto allo stress di un prolungato periodo di imbibizione e a fenomeni di erosione. Sarà impedito il deflusso del reticolo idraulico direttamente connesso ai corsi d'acqua principali".

ORE 15.10. La Protezione Civile regionale prolunga l'allerta meteo. I DETTAGLI

ORE 15. Terminata la riunione in Prefettura. Il fiume Arno resta stabile a Pisa (alle ore 13.30 ha toccato i 4,90 metri). Se il mare continua a ricevere rimarrà stabile per qualche ora per poi scendere. Il peggio sembra passato. Si scioglie l'Unità di crisi.

ORE 13. Esondazione del fiume nelle aree golenali di Capanne e Castel del Bosco, nel comune di Montopoli in Valdarno con abitazioni momentaneamente isolate ma raggiunte dal personale della Pubblica Assistenza e del Comune di Montopoli prima dell'inizio delle criticità per eventuali richieste di materiale; restano chiuse alla circolazione Via Vaghera (dal sottopasso di Via Kennedy), via dei Girasoli, via Fonda (dal sottopasso ferroviario) e tutti i sottopassi ferroviari; non interessato in questo evento l'abitato di Castel del Bosco grazie alla tenuta delle paratie chiuse questa notte.

ORE 12.30. La piena transita come previsto con livelli sotto controllo e simili a quelli del 31 gennaio. Alle 12.30 riapertura dei lungarni per consentire la normale uscita da scuola e dagli uffici. Continua il monitoraggio. Alle 13.30 riunione in Prefettura.

ORE 12. Sta passando l'ondata di piena nel centro di Pisa. Al momento non si registrano criticità. Lo Scolmatore sta funzionando bene e il mare sta ricevendo senza difficoltà. "La situazione è sotto controllo e tutte le operazioni preventivate sono state portate a termine, compreso il rafforzamento degli argini realizzato dai militari" ha sottolineato il prefetto Francesco Tagliente.



ORE 11.30. Arno a 4.87 metri a Pisa.

ORE 10.30. Il vicesindaco Paolo Ghezzi: "In questo momento la piena sta transitando da Pontedera: c’è un po’ di naturale preoccupazione, ma se lo scenario è quello che ci ha rappresentato il centro funzionale della Regione, ossia simile a quello di dieci giorni fa, siamo in grado di gestire la situazione. Stiamo monitorando costantemente la situazione: in questo momento alla foce il mare sta ricevendo regolarmente e lo Scolmatore è in funzione. Nella notte 120 militari e decine di volontari hanno lavorato per posizionare i sacchi di sabbia. La piena è attesa fra le 11 e le 12".

ORE 10.20. Piena a Pisa prevista per le 12.

ORE 10. Un container in transito nell'Arno: monitorato per evitare che rimanga incastrato in qualche ponte.container arno-2

ORE 9.45. Evacuate precauzionalmente alcune famiglie nell'area golenale di Campo, nel comune di San Giuliano Terme.

ORE 9.20. A partire dalle ore 10.30 per consentire il passaggio controllato della piena e fino a transito avvenuto saranno chiusi i Lungarni a Pisa (eccetto mezzi soccorso, trasporto pubblico e taxi). Ponti aperti: Cep, Aurelia ad ovest e Vittoria e Bocchette ad Est.

ORE 9.15. Segnalate due frane su strade comunali a Palaia. Nel comune di Montecatini Val di Cecina intorno all'una di stanotte il fiume Cecina ha esondato nei seminativi, evacuati alcuni animali nelle fattorie della zona.

ORE 9. Un'altra frana a Volterra ieri sera FOTO

ORE 8.30. Arno a Pisa a 4,50 metri, piena attesa dopo le 11.

ORE 8.10. Aperto lo Scolmatore

ORE 7. Riunione notturna in Prefettura: situazione peggiore del previsto. Sacchi di sabbia sui lungarni. Scuole aperte a Pisa, chiuse a Pontedera.

10 FEBBRAIO: LA DIRETTA DI IERI

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, situazione peggiore del previsto: l'Arno fa di nuovo paura

PisaToday è in caricamento