Pieroni, Sanzo e Faraci sulla crisi dello sport per il Covid: "Intervenire subito"

Il consigliere regionale è intervenuto con i presidenti regionali di Coni e Csi in diretta sulla sua pagina Facebook 

Una situazione molto critica, sulla quale è necessario intervenire in maniera specifica per salvare tante società sportive. E' quanto emerso dalla diretta sulla pagina Facebook del consigliere regionale Pd Andrea Pieroni, la crisi da Covid-19 che tocca anche il settore sportivo. All’appuntamento, dal titolo 'Lo sport non sarà lasciato solo', sono intervenuti Salvatore Sanzo, presidente Coni Toscana, e Carlo Faraci, presidente regionale Csi.

"Anche il mondo dello sport è in affanno - afferma Pieroni - con Sanzo e Faraci abbiamo espresso le grandi preoccupazioni e criticità che il movimento sportivo sta affrontando in questa situazione di crisi. Servono risposte immediate e concrete. La Regione Toscana può fare qualcosa a partire da un aumento delle risorse in bilancio per lo sport e intanto destinando i 780mila euro che non potranno essere utilizzati per le manifestazioni sportive a favore delle società che gestiscono gli impianti, che si aggiungono al milione e 280mila già destinato per le medesime funzioni sul quale servirà particolare attenzione verso i piccoli Comuni. Da valutare la possibilità di istituire un bonus o un voucher per le famiglie e consentire ai ragazzi di proseguire la pratica sportiva".

"Insieme a questo - prosegue il consigliere regionale - sarà inevitabile una sospensione del pagamento dei canoni da parte delle società per l’utilizzazione degli impianti sportivi pubblici, così come il credito sportivo dovrà fare la sua parte sospendendo le rate dei mutui e soprattutto mettendo a disposizione delle società risorse in tempi rapidi e a tassi agevolati. Nella nostra Regione ci sono 1,3 milioni di persone che praticano lo sport o l’attività fisica e si contano ben 4.250 società sportive accreditate, molte delle quali presenti sul territorio provinciale pisano. Esse permettono ad una larga fetta della popolazione, con una vasta fascia di età, di fruire di formazione, aggregazione e socializzazione, nonché svolgere un ruolo educativo per giovani e giovanissimi. Lo sport è salute e benessere psicofisico. Il mondo sportivo toscano merita questi aiuti, soprattutto perché lo sport fino ad oggi ha dato più di quanto abbia ricevuto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

Torna su
PisaToday è in caricamento