Cronaca Castelfranco di Sotto

Pirogassificatore Castelfranco: il Tar frena e accoglie il ricorso del Comune

Per proseguire con il progetto sarà necessaria una nuova valutazione di impatto ambientale. Grande soddisfazione dall'amministrazione comunale travolta da accuse, illazioni e denigrazioni nei mesi passati

Il Tar ha accolto la richiesta di sospensiva contenuta nel ricorso presentato dal Comune di Castelfranco di Sotto contro l’autorizzazione rilasciata dalla Provincia lo scorso 23 dicembre 2011 nei confronti del progetto di pirogassificatore proposto dalla Waste Recycling. Così arriva un primo provvedimento che frena un impianto da mesi nell'occhio del ciclone dopo le proteste del comitato e il via libera da Regione e Provincia. Il Tribunale Amministrativo Regionale, accogliendo le tesi del Comune di Castelfranco, ha ritenuto che l’impianto autorizzato avesse caratteristiche diverse da quello sottoposto a procedure di preverifica ambientale e quindi, in ragione del suo maggiore impatto ambientale, dovesse essere assoggettato a nuova valutazione. Il Tar, oltre alla sospensione del procedimento, ha inoltre già fissato la data in cui analizzerà il merito del ricorso, che verrà trattato nell’udienza del 20 novembre prossimo.

"Non possiamo che accogliere con piena soddisfazione questa notizia per molteplici ragioni - afferma l'amministrazione comunale di Castelfranco - innanzitutto perché il Tar ha ritenuto degne di accoglimento le tesi sostenute dal Comune attraverso il proprio ricorso e in parte già contenute nella delibera del 9 aprile dello scorso anno in cui la giunta comunale esprimeva parere negativo in merito al progetto; in secondo luogo perché la decisione di oggi costituisce un’altra tappa significativa del lungo percorso portato avanti con determinazione e trasparenza dall’amministrazione comunale nell’arco di più di un anno – percorso che ha visto coinvolta l’intera popolazione attraverso strumenti e procedure (il percorso di partecipazione) che oggi sono al centro del dibattito nazionale per la loro riconosciuta importanza su temi così conflittuali. In terzo luogo perchè il provvedimento del Tar spazza via l’ingiusta campagna di strumentalizzazioni, illazioni, false accuse, denigrazioni, che hanno alimentato per più di un anno una macchina del fango allestita contro l’amministrazione comunale per soli scopi politici".

"Ci auguriamo - prosegue l'amministrazione comunale - che questa notizia sia accolta da tutti con soddisfazione e che si evitino ancora polemiche inutili. Ci predisporremo perciò con serena tranquillità di coscienza in attesa dell’udienza del 20 novembre prossimo, cercando con tutte le nostre forze e tutte le nostre azioni di far prevalere uno spirito unitario rispetto agli interessi di parte, e perseguire così ancora una volta l’interesse di tutta la collettività. Infine, ci preme ringraziare lo Studio Gracili Associato di Firenze, e in modo particolare gli avv. Luisa Gracili e Piera Tonelli e i loro collaboratori per avere dato forza giuridica ai nostri atti politici e amministrativi".

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pirogassificatore Castelfranco: il Tar frena e accoglie il ricorso del Comune

PisaToday è in caricamento