Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Pisa 1909, lettera di Britaly Post al sindaco: l'intervento del Siulp Pisa

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Lettera Aperta Al Prefetto e Questore di Pisa.

Dottor VISCONTI, Dottor FRANCINI, noi del SIULP-PISA,  siamo sicuri che anche Voi non avete gradito l’umiliante accostamento - “ Vigilanza anti-letame “- in riferimento al lavoro svolto dai tutori dell’ordine e sicuramente troverete il modo di chiarire l’equivoco evitando che in un futuro possano essere creati ulteriori pattuglie come quelle che qualcuno già vocifera “pattuglie anti-piscio”.

Noi del SIULP-PISA siamo certi  che interverrete nelle sedi opportune, anche per chiarire le accuse mosse alle Forze dell’Ordine attraverso la lettera  firmata  Britaly Post, del 17 Agosto ed indirizzata al Primo cittadino di Pisa, Onorevole Marco FILIPPESCHI, lettera che non ha lesinato attacchi ad un emittente privata, all’allenatore Gattuso e soprattutto  all’operato delle Forze dell’Ordine.

Ci risulta che l’allenatore Gattuso ha rispedito al mittente ogni accusa sollevando persino seri e fondati dubbi circa la ricostruzione fatta dalla Britaly Post e siamo sicuri che il Primo Cittadino, così come  l’emittente privata  sapranno , senza alcun dubbio, dare quelle risposte di alto profilo, senza farsi soffocare da affermazioni che in questo contesto preferiamo  definire irriverenti.

Proprio in virtù di quelle affermazioni, noi del SIULP-PISA, come Primo Sindacato di Polizia, come nostra consuetudine e con il senso di responsabilità che da sempre ci contraddistingue, preferiamo tralasciare ogni considerazione su aspetti economici, societari, politici ed occuparci di quegli aspetti, riportati nella lettera, che senza se e senza ma, colpevolizzano ingiustamente le Forze dell’Ordine e vi esortiamo a fare altrettanto nelle dovute sedi.

Dottor Visconti, Dottor Francini, riteniamo quelle affermazioni gratuite ed infondate e leggere che le Forze dell’Ordine sono colpevoli di non aver fatto rispettare la legalità, a nostro avviso, richiede da parte vostra un intervento forte e risoluto nelle sedi competenti, mentre noi come SIULP-PISA, primo Sindacato di Polizia a tutela del personale che rappresentiamo, chiediamo ed attendiamo le  dovute scuse  a testimonianza del serio lavoro fatto quotidianamente dalle donne e dagli uomini in divisa che agiscono  al solo fine di garantire, non solo la legalità, ma anche e soprattutto l’Ordine e la Sicurezza pubblica, disinteressandosi completamente degli elementi societari,  economici, politici che invece tanto attraggono altri soggetti.

Dottor Visconti, Dottor Francini, il SIULP-PISA  vi chiede di intervenire in modo coraggioso nelle sedi competenti  per evitare che in un futuro si assista ancora al tentativo di usare l’operato delle Forze dell’Ordine per distogliere le attenzioni su cessioni societarie e vi chiede di intervenire per dire basta al continuo svilimento dell’operato delle donne e degli uomini  in divisa che ogni giorno con sacrificio, mal pagati, senza alcun turn-over, si prodigano per garantire l’ordine e la sicurezza pubblica di tutti i cittadini non meritando inopportuni quanto poco edificanti accostamenti.

Il Segretario Generale Provinciale SIULP - PISA
Vito Giangreco

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa 1909, lettera di Britaly Post al sindaco: l'intervento del Siulp Pisa

PisaToday è in caricamento