Cronaca

Comunicare con i cittadini durante le emergenze: c'è Pisa Alert

Il Comune di Pisa ha deciso di affidarsi ad un sistema innovativo, Everbridge, molto diffuso negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, per superare tutti i limiti dell'utilizzo del sistema di avviso via SMS che non dà certezze sull'effettiva ricezione del messaggio da parte dei cittadini

Dotarsi di un sistema di comunicazione in grado di raggiungere la popolazione con informazioni chiare, veloci, affidabili e soprattutto avere la certezza che l’informazione inviata sia stata ricevuta dal cittadino è un’esigenza primaria dell’Ufficio Protezione Civile. Attraverso indagini di mercato è stata individuata Everbridge, una soluzione molto diffusa ed utilizzata negli Stati Uniti e nel Regno Unito sia da società private sia da enti governativi.

Caratteristiche del sistema Everbridge:
- Vengono utilizzate piattaforme multiple (voce/sms/mail/telefono satellitare/radio/social media) per l’invio di messaggi personalizzati (anche su base geografica) che possono essere predisposti non necessariamente durante le emergenze ma anche in tempo di pace secondo procedure predefinite che possono seguire le diverse fasi del Piano. La particolarità di questa soluzione consiste nel fatto che lo stesso messaggio viene inviato su più piattaforme secondo l’ordine di preferenza scelto dal destinatario del messaggio fino a quando non si riceve dal destinatario stesso la conferma della ricezione. Il messaggio può quindi essere ricevuto tramite pc, web, telefonia fissa e cellulare.
- è disponibile l’app di Everbridge per dispositivi mobili (sia per IOS che per Android) differenziata per l’utente e per il gestore. Tramite l’app l’utente può fornire la sua posizione geografica al gestore, ricevere i messaggi o eventuali domande dal gestore a cui può rispondere ma può anche inviare informazioni al gestore dal luogo dell’evento allegando foto dell’area. Il gestore, tramite l’app, ha in più la possibilità di gestire la comunicazione in emergenza anche lontano dall’ufficio utilizzando comunque tutte le potenzialità che il sistema mette a disposizione.
- è inoltre possibile di attivare in tempi rapidi teleconferenze con diversi soggetti che vengono attivati da messaggi tramite le diverse piattaforme.
- è pensato per essere semplice da usare anche in condizioni di stress con un’interfaccia utente chiara e semplice che riduce le probabilità di errori.
- garantisce i massimi livelli di sicurezza nella gestione dei dati: anche in caso di eventi calamitosi su grande scala il sistema continua a funzionare grazie all’impiego di più server distribuiti a livello mondiale, la comunicazione locale rimane comunque vincolata alle infrastrutture di telecomunicazioni.

Situazione attuale a Pisa
- l’Ufficio Protezione Civile utilizza saltuariamente il servizio SMS per inviare comunicazioni alla popolazione in occasione di emergenze. Il servizio presenta tuttavia alcune criticità: modalità di iscrizione per il cittadino troppo complessa con richiesta di numerose informazioni e gestione non intuitiva del servizio SMS soprattutto se si tiene conto che i messaggi sono predisposti ed inviati in situazioni di emergenza e quindi di elevato stress per il personale che deve gestire il servizio.
- Un’altra notevole criticità è l’impossibilità di avere la conferma della ricezione dell’SMS da parte dei cittadini: ciò è importante in quanto fa capire quante persone effettivamente hanno ricevuto l’informazione.

"Comunicare in emergenza - ha dichiarato il vicesindaco Paolo Ghezzi - è diventato fondamentale. Non tutto si deve o si può comunicare, ma in alcune situazioni di emergenza raggiungere i cittadini è di primaria importanza per la gestione dell'evento calamitoso. Gli SMS non sono più sufficienti per garantire questo costante contatto con i cittadini. Servono strumenti flessibili, in grado di gestire le migliori tecnologie in forma integrata e soprattutto di avere riscontri certi. Pisa affidandosi in via sperimentale al sistema Everbridge, si pone ancora una volta alla ricerca dell'eccellenza. Un sistema molto utilizzato negli USA e nel Regno Unito ma assolutamente innovativo in Italia.  Sarà un lavoro lungo che partirà in queste settimane e che si svilupperà nell'arco di alcuni mesi per predisporre i gruppi di interesse sia per la gestione vera e propria dell'emergenza che per raggiungere gruppi di portatori di interesse (scuole, università, centri di ricerche, azienda ospedaliera, RSA ed altri). Per la prossima primavera il sistema dovrebbe essere operativo. Nel frattempo è importante iscriversi al servizio di allerta per SMS del comune di Pisa già attivo anche perché gli iscritti saranno i primi ad essere contattati per il passaggio al nuovo sistema".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunicare con i cittadini durante le emergenze: c'è Pisa Alert

PisaToday è in caricamento