rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca

Pisa Beach Soccer in difficoltà, Biondi (Pd): "Ancora senza un campo di allenamento, il Comune dia un segnale"

Il consigliere comunale interviene nuovamente sulla situazione della società nerazzurra dopo lo sfogo del presidente Donati

"Il presidente del Pisa Beach Soccer, Alessandro Donati, ha perfettamente ragione: a distanza di un anno le istituzioni non sono ancora riuscite a risolvere le problematiche legate alla Beach Arena e i campioni italiani in carica non hanno una casa". Ad intervenire dopo lo sfogo del numero uno della squadra nerazzurra è il consigliere comunale del Partito Democratico Marco Biondi, che già in passato aveva denunciato la situazione difficile in cui si trova il Beach Soccer pisano.

"Nonostante i numerosi appelli siamo arrivati praticamente a luglio, con la supercoppa, la winners Cup (la Champions League) già completate e la serie A in fase di svolgimento, senza un campo dove il Pisa BS si possa allenare costantemente e dove possa far allenare le giovanili e la squadra femminile - sottolinea Biondi - il Pisa Beach Soccer in questi mesi ha potuto allenarsi solo grazie alle strutture messe a disposizione dal CONI anche se naturalmente ha dovuto sostenere costi e spese per potersi allenare in un campo non gestito direttamente dalla società, spese, ormai non più sostenibili per le casse societarie".

"Inoltre - prosegue il consigliere del Pd - la non presenza di un campo dedicato non permette, considerati i costi dell’affitto di un campo, l’allenamento della squadra femminile e delle giovanili, con i relativi campionati alle porte. Il rischio è ritrovarsi a giocare senza aver potuto effettuare una preparazione adeguata con sufficienti allenamenti a causa della mancanza di un’infrastruttura promessa dalle istituzioni. Va ricordato che la Beach Arena era presente anche nel programma elettorale del sindaco Conti, esattamente a pagina 6. Dopo 4 anni dal suo insediamento l’arena promessa in pianta stabile non c’è ancora".

"In più la decisione del Comune di Pisa di  aver legato la realizzazione di un campo su sabbia al concessionario della spiaggia n.2 è stato un errore evidente - sottolinea ancora Biondi - la Beach Arena doveva essere realizzata direttamente dal Comune e data in gestione al Pisa Beach Soccer o in alternativa concesso lo spazio alla società cittadina e la realizzazione a suo carico. Forse riusciranno a montare il campo da allenamento nel prossimo mese ma tutti i soldi spesi in questi mesi per allenarsi altrove chi li ripaga? Le istituzioni e soprattutto il Comune di Pisa devono dare un segnale chiaro e dare un contributo economico alla società per aiutarla nelle spese sostenute".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa Beach Soccer in difficoltà, Biondi (Pd): "Ancora senza un campo di allenamento, il Comune dia un segnale"

PisaToday è in caricamento