Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Pisa capitale del movimento: firmato il protocollo per una "città che cammina"

Martedì mattina il primo cittadino Filippeschi e l'assessore regionale alla salute Scaramuccia hanno dato il via ufficialmente al progetto che renderà Pisa all'avanguardia nella promozione dei corretti stili di vita

La firma del protocollo d'intesa

"La medicina da sola non basta, per stare e mantenersi bene è fondamentale anche il contributo dell’urbanistica e della formazione, ma anche quello delle politiche per la mobilità e la promozione di infrastrutture adeguate". Parola del professor Aldo Pinchera, luminare dell’endocrinologia mondiale dell’ateneo pisano e direttore dell’Istituto europeo per la prevenzione e la terapia dell’obesità, per spiegare perché “Pisa città che cammina”, il progetto al centro del protocollo d’intesa sottoscritto ieri mattina a Firenze dal sindaco Marco Filippeschi e dall'assessore regionale alla salute Daniela Scaramuccia, costituisce un programma d’interventi capaci di fare della città della Torre uno dei centri più all’avanguardia a livello internazionale per quanto riguarda la promozione dei corretti stili di vita.

L’obiettivo del protocollo, infatti, è quello di incentivare le passeggiate e il muoversi a piedi e in bicicletta attraverso una serie d’interventi sull’urbanistica e le politiche per la mobilità per quanto riguarda le piste ciclabili e i percorsi pedonali. A cominciare dall’asse pedonale Stazione-Piazza del Duomo, che taglia da sud a nord l’intero centro storico, che "negli ultimi anni ha conosciuto importanti progressi grazie ai progetti Piuss, mediante i quali è stato possibile realizzare la nuova pavimentazione di Corso Italia e che ci stanno consentendo di fare quella di Piazza dei Cavalieri, e alla nuova Piazza Vittorio ma che ancora attende di essere completato con la pedonalizzazione del tratto di via Santa Maria che collega la Piazza del Duomo con quella dei Cavalieri, ossia uno degli interventi a cui il protocollo siglato attribuisce importanza prioritaria, senza dimenticare, ovviamente, il potenziamento di tutto ciò che riguarda l’attività motoria, grazie al coinvolgimento dell’Uisp - ha spiegato Filippeschi - grazie, dunque, al professor Pinchera per l’ispirazione e i suggerimenti e all’amministrazione regionale per il sostegno".

Il protocollo sottoscritto da Comune e Regione, infatti, vincola i due enti alla realizzazione di una serie d’interventi urbanistici, della pianificazione territoriale e della formazione e informazione, e il completamente dell’asse pedonale nord-sud del centro storico, già all'interno di un progetto specifico presentato all’amministrazione regionale e in attesa di risposta, è indicato fra quelli ad alta priorità.

Tra gli altri interventi previsti, comunque, anche l’approvazione di uno nuovo Piano urbano del traffico del Comune di Pisa che preveda anche interventi specifici sulla ciclabilità e “camminabilità” della città, una proposta di piano della mobilità scolastica, l’approvazione del Piano per la eliminazione delle barriere architettoniche (in sigla P.E.B.A.) nel centro storico della città e la realizzazione di due percorsi ciclabili e camminabili in direzione mare (“Al mare ci vado in bicicletta”) e verso il nuovo ospedale Cisanello.

"Con questo progetto - ha concluso l’assessore regionale Scaramuccia - Pisa si colloca all’avanguardia in Europa fra le città impegnate nella promozione dei corretti stili di vita e noi, non solo vi guardiamo con grandissimo interesse, ma siamo anche disponibili a collaborarvi per farne uno di quegli esempi positivi da esportare in tutta la Toscana e anche al di fuori dei confini regionali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa capitale del movimento: firmato il protocollo per una "città che cammina"

PisaToday è in caricamento