Emergenza Coronavirus: anche i pisani restano a casa

Poche le persone in giro sulla centralissima Corso Italia. Misure drastiche per limitare i contagi

Una Pisa surreale in questi tempi di emergenza Coronavirus. Dopo la firma del decreto da parte del premier Conte che ha esteso la 'zona protetta' a tutta Italia, anche nella città della Torre gli spostamenti sono consentiti solo per situazioni di necessità, per salute o per andare a lavoro. Un provvedimento drastico per cercare di limitare i contagi da Covid-19.
Pisa dunque, come le altre città italiane, si svuota: poche le persone in giro e i bar, spesso affollati, sono vuoti.

Ecco come si presenta la città in centro questa mattina, 11 marzo:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stop ai mercati e accesso agli uffici comunali solo su appuntamento

Controlli sul litorale per gli 'accessi' dal Nord

Aeroporto: stop ai voli di Ryanair

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

  • Coronavirus a scuola, tre studenti positivi: quarantena per compagni di classe e insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento